/ Attualità

Attualità | 03 maggio 2021, 07:06

In cammino tra risaie allagate e cascine: inaugurato il nuovo percorso della Via Francigena - FOTO

Una quarantina di persone hanno partecipato alla prima uscita sul tratto Cascine Strà - Vercelli

In cammino tra risaie allagate e cascine: inaugurato il nuovo percorso della Via Francigena - FOTO

Una bella camminata, tra le risaie allagate e illuminate dal sole, ha accompagnato l'inaugurazione del nuovo percorso della Via Francigena nel tratto tra Cascine Strà e Vercelli. Una quarantina di persone, domenica 2 maggio, ha affrontato il tratto lungo una decina di chilometri, per scoprire il nuovo itinerario dopo la chiusura della strada di Montonero: 20 di loro sono componenti dell'associazione, gli altri invece sono camminatori incuriositi dalle Terre d'Acqua e dalle suggestioni che offrono soprattutto nella stagione della sommersione delle risaie.

Il nuovo percorso è di un paio di chilometri corto rispetto a quello tracciato 16 anni fa e attraversato da migliaia di pellegrini. Ora a cascine Strà si gira a sinistra percorrendo i sentieri verso la cascina Bogliano, si raggiunge la cascina Vandone, si arrivare all’autodemolizione e si entra a Vercelli da via Adige e dal percorso ciclopedonale di via Torino.

Ad accogliere i camminatori, a Cascine Strà, c'erano il vice sindaco Massimo Simion, l'assessore Mimmo Sabatino e il vice presidente del Consiglio comunale Gianni Marino che, insieme a Tiziana Grigoletto, presidente dell’Associazione “Amici della Via Francigena" hanno effettuato il simbolico taglio del nastro.

«Vercelli è all'incrocio delle vie che arrivano dal nord - ha spiegato - Chi percorre queste strade rimane stupito dal nostro territorio e da quanto cambia a seconda delle stagioni. La Via Frangigena, in questi anni, è stata uno strumento per far conoscere Vercelli e per portare visitatori nella nostra città: nel 2019 sono state oltre 2000 le presenze all'Ostello». 

Un plauso, da Comune e associazione, al gruppo di volontari che, senza lasciarsi scoraggiare da problemi e difficoltà, ha ritracciato il percorso posizionando anche la cartellonistica. 

«E’ importante che la Via Francigena venga valorizzata come merita - ha detto Simion a nome dell'amministrazione comunale -: il nostro obiettivo è stare sul territorio e non negli uffici. Dunque, nonostante i molti problemi di questo periodo, ci tenevamo a essere qui per incontrarvi e per assicurare il nostro appoggio all'associazione e al grande lavoro di valorizzazione del territorio che sta facendo».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore