/ Sport

Sport | 25 aprile 2021, 10:10

Chivasso crolla: al giro di boa i Rices chiudono con quattro vittorie

Coach Galdi: «Abbiamo trovato la chimica, siamo agguerriti e sarà un bel girone di ritorno»

Chivasso crolla: al giro di boa i Rices chiudono con quattro vittorie

Non si fermano più i Rices guidati da Coach Antonio Galdi. Durate il sabato sera vercellese, al PalaBertinetti, i Rices si impongono per 55 a 49 contro Pallacanestro Chivasso. Ad inizio gara, il tecnico dei padroni di casa, aveva pronosticato una gara complessa: «Sarà una gara combattuta ed avvincente, entrambe le squadre sono in crescita». Le dichiarazioni di Galdi si sono mantenute: nonostante i parecchi errori – dati dall’importanza della gara – i Rices chiudono il girone d’andata con quattro vittorie e due sconfitte. Un bottino di tutto rispetto che ben fa sperare la società vercellese. I padroni di casa, ad eccezione del secondo quarto, hanno sempre chiuso in vantaggio ed hanno – per lunghi tratti della gara – mantenuto il vantaggio e scandito il ritmo di gioco dell’incontro.

La cronaca della partita

Il dato si ripete: chi vince palla a due si porta a casa l’incontro. Sembrerà un caso isolato, ma ormai per i Rices è una costante. Solo due volte (in entrambe le sconfitte) i vercellesi non hanno saputo vincere il primo possesso. Contro Chivasso i Rices gestiscono il primo possesso e, ad inizio primo quarto, dopo soli 8 secondi, sbloccano il match con un preciso tiro da due punti di Martinotti. I padroni di casa insistono e raddoppiano: dopo 40 secondi si è sul parziale di 4-0. La gara è, nonostante il vantaggio, complicata e tesa: a 6.37’ dal termine della prima frazione i padroni conducono per 6 a 5 ma sono gli ospiti a sembrare più compatti. I padroni di casa si compattano ed a metà primo quarto conducono per 8 realizzazioni a 5. È, però, ancora Martinotti (quando il tabellone luminoso indica 3.49’ alla sirena) a dare nuova linfa vitale al Rices: canestro da tre punti e parziale di +6 (11-5). Il risultato rimane invariato fino a 77 secondi dalla sirena. Gli ospiti provano ad accorciare ma i Rices, nonostante un errore grossolano in contropiede a pochi secondi dalla fine, chiudono – con il suono della sirena – con un parziale di +4 lunghezze: 14-10 e partita in totale controllo.

Il secondo quarto si apre nel peggiore dei modi: i due possessi sprecati dai Rices (nei primi 30 secondi) fanno presagire ad una serata che avrebbe potuto lasciare l’amaro in bocca. Galdi ha saputo animare bene i suoi e, con Morello, dopo poco più di novanta secondi effettivi di gioco, realizzano un canestro da tre punti che rinvigorisce il morale: 17-10 il parziale. A 7.23’ il coach dei padroni di casa chiama il Timeout (per rimproverare ai suoi un brutto rientro difensivo e la minor attenzione nei dettagli). Il messaggio arriva forte e chiaro ma sono gli ospiti ad essere in fiducia: pareggio e momento complesso per i Rices. È Giromini (5.36’ alla fine) a realizzare una tripla e riportare avanti i suoi: 20-17. Nonostante il vantaggio gli ospiti spingono forte e sfruttano il momento di confusione vercellese. A poco più di 120 secondi dalla sirena gli ospiti si portano avanti: 22-23 e partita che cambia fisionomia. La sirena che sancisce la fine della seconda frazione arriva e conferma il momento positivo di Chivasso: 24-25, pochi canestri, tanti errori e gara ancora aperta.

Il terzo quarto vede il pallone finire più volte sui ferri. È solo dopo più di due minuti di gioco che Ghezzi, con due tiri liberi, porta in vantaggio i Rices: 26-25 e padroni di casa nuovamente in testa. A metà frazione, però, sono nuovamente gli ospiti a condurre la gara con un parziale di +1. I Rices reagiscono, non mollano, e pareggiano i conti quando mancano 3.39’ al suono della sirena.

La partita è divertente e combattuta, ma è la squadra di Galdi a 65 secondi dal termine a tornare in vantaggio. La forbice si allunga ulteriormente a 38 secondi dalla fine quando Martinotti, con un altro canestro da tre punti, allunga la differenza ad un parziale di +4. Al termine della terza frazione, dopo un contropiede sciupato nel finale da parte di Chivasso, il parziale di +4 resta inalterato: 35-31 e Rices nuovamente (e meritatamente) avanti.

L’ultimo quarto, il più importante di tutta la gara, è caratterizzato da un buon avvio dei padroni di casa. Nonostante l’ottima partenza, Chivasso reagisce – non si scompone – ed accorcia (e ribalta) il risultato: quando mancano 6.11’ il parziale è di +1 a favore degli ospiti. Galdi richiama i suoi con u Timeout e sistema – molto bene – la squadra. Tanto è vero che i frutti si raccolgono subito: Morello, con un preciso canestro da due punti, riporta subito in vantaggio i suoi: 42-41. I Rices sfruttano alla perfezione il momento positivo ed allungano, mostrando un gioco corale e compatto, sugli avversari. Giromini, a circa 4.30’ dalla fine, realizza un fondamentale canestro da tre punti e porta il divario a +6: 47-41 e partita che, sembra, ormai, in cassaforte. È solamente a centro secondi esatti dalla fine che Chivasso accorcia ma resta con un parziale di meno tre punti. Quando ci si avvicina alla sirena, esattamente a 58 secondi dal termine, Coach Galdi chiama l’ultimo Timeout per sistemare la difesa e realizzare l’ultima – definitiva – realizzazione. Ciò avviene: I Rices si riportano a +6 e chiudono il match attaccando. Al termine della gara, sul suono della sirena, i padroni di casa chiudono con la terza vittoria consecutiva per 55 a 49.

L’intervista post partita

Il tecnico dei vercellesi, a margine della gara, ha cosi commentato l’incontro: «Entrambe le squadre avevano intenzione di continuare il loro percorso positivo: arrivavamo, entrambe, da due vittorie consecutive. La partita è stata combattuta per via del fatto che nessuna voleva cedere all’altra: ci sono stati errori, noi abbiamo avuto grandi parziali e loro hanno messo avanti la testa in poche occasioni». Prosegue poi il tecnico dei vercellesi: «Le difese hanno dominato sugli attacchi. Metà dei ragazzi di Chivasso li conosco: li ho allenati nelle giovanili e conosco bene la società ed il presidente, mi fa piacere giocarci contro e rivederli». In chiusura un commento sul girone appena concluso: «Il bilancio è in positivo, è in crescendo. Abbiamo trovato la chimica che ci serviva, avevamo bisogno di conoscerci: possiamo fare ancora meglio, c’è un buon potenziale per crescere. Ora abbiamo una meritata giornata di riposo che, in questo momento, ci farà recuperare qualche infortunio: il girone di ritorno sarà positivo perché siamo agguerriti».

Il tabellino della gara

Vercelli Rices 55 – Pallacanestro Chivasso 49

(14-10); (24-25); (35-31); (55-49)

Gagnone, Agoglia, Giordano 3, Morello 15, Raise 9, Reiser 2, Cattaneo, Giromini 11, Vercelone, Martinotti 8, Ghezzi 7, Liberali

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore