/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 23 aprile 2021, 17:05

Il Museo Leone riparte: Dante, i Fratelli Garrone e i "menù" per chi ha fame di cultura

Martedì riaprono al pubblico gli spazi di via Verdi e il Mac: gli appuntamento della stagione primaverile

Il Museo Leone riparte: Dante, i Fratelli Garrone e i "menù" per chi ha fame di cultura

Da martedì 27 aprile, il Museo Leone e il MAC – Museo Archeologico della Città di Vercelli, riprenderanno la loro attività ordinaria e saranno aperti al pubblico sia nei giorni feriali sia nei giorni festivi secondo i consueti orari dal martedì al venerdì dalle 15 alle 17.30, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.  

Nella massima sicurezza i due Musei si potranno visitare liberamente, anche se i flussi saranno contingentati e, per la visita nel week end, sarà obbligatoria la prenotazione. L’ingresso sarà consentito indossando la mascherina e nel rispetto delle distanze di sicurezza; il personale del Leone e del MAC sarà comunque a disposizione per rendere confortevole e sicura la visita e fornire tutte le indicazioni necessarie. Predisposti anche ingresso e uscita separati in caso di necessità, ed erogatori a colonna per l’igiene delle mani. 

Al Museo Leone saranno ancora per poco tempo visitabili le due esposizioni sospese con la chiusura dello scorso marzo: “Strade pellegrini e luoghi sacri dall’antichità al contemporaneo” allestita nel Corridoio delle Cinquecentine e dedicata ai viaggi, ai pellegrinaggi e ai luoghi di devozione dall’antichità al contemporaneo e, presso il cortile porticato e la Sala d’Ercole di Casa Alciati, “Cenni di fatti e avvenimenti del XX secolo”, a cura di Giorgio Bertaggia, dove su pannelli e in vetrina sono narrati  gli eventi salienti del Novecento che hanno fatto la storia della città di Vercelli. 

Due nuovi allestimenti sono tuttavia già in preparazione per l’estate: un percorso bibliografico (e non solo) dedicato a Dante nel settecentesimo anniversario della morte, per il quale il Museo Leone, unico a Vercelli,  ha ottenuto il patrocinio del Comitato Nazionale per le Celebrazioni Dantesche e soprattutto una mostra dedicata all’epopea dei Fratelli Giuseppe ed Eugenio Garrone, celebri medaglie d’oro vercellesi caduti in gioventù sul fronte della Grande Guerra e parte di un più ampio progetto che, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e condotto dal personale scientifico del Museo Leone in collaborazione con la famiglia Garrone e la Sezione vercellese dell’Associazione Nazionale Alpini, sta portando alla schedatura informatica del patrimonio epistolare (più di 3700 tra lettere e cartoline postali) dei due eroi.

Al Leone inoltre, nel mese di maggio, partirà un appuntamento solamente rimandato in marzo e aprile, ovvero gli speciali “Menu” pensati per degustare la cultura anche in tempo di pandemia. Così la fame e la sete di conoscenza, ma anche la semplice voglia di evadere dalla monotonia di questo difficile momento, potranno essere soddisfatte in museo. Tutti i mercoledì di maggio, alle ore 16, gli chef del Leone presenteranno i loro piatti con approfondimenti e visite speciali, sempre prestando la massima attenzione alla sicurezza.

Si parte quindi il 5 maggio con un Antipasto armato che ci condurrà in visita alla Sala delle armi per passare poi il 12 maggio ad un primo piatto di Linguine alla Margherita d’Asburgo dove andremo alla scoperta di un ritratto di giovane dama custodito in Palazzo Langosco. Il 19 maggio il secondo piatto saranno le Scaloppe alla Fol e Fel, per scoprire i segreti e i misteri del discusso e curioso mosaico della Sala di Santa Maria Maggiore. Chiusura con il dessert, il 26 maggio, grazie al Semifreddo all’antica romana con visita a tema alla sezione archeologica.

Le visite sono per gruppi limitati ed è quindi obbligatoria la prenotazione telefonando al 3483272584 oppure allo 0161253204. Il personale di sala del Museo Leone sarà come sempre a disposizione per rendere confortevole e sicura la visita.

 

Il costo è di 7 euro ma è previsto l’ingresso ridotto a 5 euro per i tesserati DEDALO. 

Inoltre. in occasione della Festa della Mamma, per tutte le mamme che visiteranno il Museo Leone e il MAC tra il 9 e il 16 maggio, l’ingresso sarà gratuito. La gratuità è valida per la visita libera, sono esclusi eventi e visite guidate.

È permessa, inoltre, la possibilità agli studiosi di accedere, su prenotazione, alla consultazione delle collezioni librarie e documentarie del Museo, accordandosi preventivamente sulle modalità di accesso nel rispetto delle vigenti normative di sicurezza.

Per informazioni e prenotazioni: telefono n. 0161253204; mail: info@museoleone.it. Per biblioteca e archivio: biblioteca@museoleone.it. Segui anche il nostro sito: www.museoleone.it e le nostre pagine Facebook e Instagram.

Anche al Mac – Museo Archeologico della Città di Vercelli si potrà tornare alla visita libera nei consueti orari e, in attesa di novità, continuerà on line, attraverso la piattaforma Go To Meeting offerta dalla Città di Vercelli, il ciclo delle conferenze del venerdì, con le quali il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 14 maggio. Poiché il cortile del complesso di S. Chiara, sede del Museo Archeologico, è al momento occupato dal centro vaccinale, è soppressa l’entrata di Corso Libertà 300 e l’ingresso al museo avverrà esclusivamente da via Farini n. 5, a fianco del grande cancello in ferro. 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore