/ Attualità

Attualità | 20 aprile 2021, 11:00

Riso: ibridazione, miglioramento genetico, benefici per la salute. Quello che non sai

Al Soroptimist la relazione della ricercatrice Michela Martinotti

Riso: ibridazione, miglioramento genetico, benefici per la salute. Quello che non sai

Mercoledì 14 aprile il Soroptimist di Vercelli con la sua presidente Rita Manuela Chiappa ha ospitato, via zoom, una conferenza della dottoressa Michela Martinotti, laureata in scienze e tecnologie agrarie, dal titolo “Il Riso…Quello che non sai”.

La giovane ricercatrice, ha illustrato durante la sua divulgazione scientifica, alle numerose partecipanti, in cosa consiste il lavoro di attività di miglioramento genetico, svolto presso la Ditta Sementiera Lugano Leonardo Srl, ottenuto grazie a programmi di breeding classico e selezione varietale per caratteristiche agronomiche e nutrizionali, finalizzati alla costituzione di risi tradizionali e funzionali. 

Selezionare risi sempre più resistenti alle malattie è uno degli obiettivi che permetteranno ai risicoltori di usare sempre meno fitofarmaci, in perfetta sintonia con la tendenza green dell’agroalimentare. Assieme alla selezione di tipologie di chicco con impiego sempre più specifico in ambito alimentare. 

Un esempio di “ibridazione” ovvero di selezione naturale tramite incrocio di caratteristiche migliorative, è il “Nerone”, un riso nero dagli importanti valori nutrizionali costituito per incremento di composti antiossidanti ed aroma.

Alcune varietà di riso possono poi essere utili anche in diabetologia o nella prevenzione dell’obesità. Tutte queste informazioni sono supportate da importanti pubblicazioni scientifiche. Sono molti gli ambiti in cui la ricerca sta aprendo nuovi orizzonti di cura e prevenzione per il riso, che persino nella cosmesi può’ trovare il suo utilizzo grazie all’ azione dei composti estratti dal pigmento del pericarpo nero, sul collagene e sulla melanina.

L’ ultima sfida è quella del riso funzionale, di cui Michela Martinotti si occupa da molti anni, avendo costituito primi in Europa, varietà di riso a grande gemma, ovvero varietà dotate di caratteristiche nutrizionali migliori e  benefiche per la salute, seguendo indagini di tipo medicale sui risi ottenuti come verifica di contenuto ed attività fisiologica. Importante frutto di questa ricerca derivante da riso funzionale Lugano, Black Gemma ®, è pura Grande Gemma di riso nero ricca in proteine e fibra, fonte in ferro, zinco ed antiossidanti quali la vitamina E, assieme all’acido linolenico ad attività ipocolesterolemizzante, il primo multinutriente naturale in Europa. 

Questa è una nuova frontiera dell’agroalimentare che potrà’ costituire ulteriore occasione di sviluppo e ricchezza per le nostre pianure.

Il riso, dunque. L’alimento di cui oggi si ciba quasi la metà della popolazione del pianeta, quella curiosa pannocchia portata nel nostro territorio dai monaci per uso medicinale oltre un millennio fa, non finisce di stupirci.

Ricercatori e scienziati del calibro della dottoressa Martinotti che lavorano in collaborazione con imprenditori illuminati rappresentano una porzione importante del futuro del made in Italy e una imperdibile valorizzazione del nostro territorio.

Al Soroptimist di Vercelli ancora una volta si è illustrato il futuro, si è dato voce a una donna determinata, che grazie al suo impegno costante e alla sua passione rappresenta non solo un’eccellenza di genere ma una speranza per il futuro.

Donatella Petrucci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore