/ Borgosesia

Borgosesia | 08 aprile 2021, 10:13

Recupero più veloce dopo l'intervento: Ginecologia di Borgosesia sugli scudi per il protocollo Eras

La struttura valsesiana è la quinta in Piemonte per numero di pazienti trattate

Recupero più veloce dopo l'intervento: Ginecologia di Borgosesia sugli scudi per il protocollo Eras

Ginecologia di Borgosesia sugli scudi nell’ambito del protocollo Eras che prevede un più rapido recupero post intervento chirurgico. Il protocollo viene applicato soprattutto in ambito ginecologico e nella chirurgia colon-rettale.

Eras prevede un approccio innovativo e multidisciplinare del paziente sottoposto a intervento chirurgico, coinvolgendo diversi specialisti e figure professionali tra cui il chirurgo, l’anestesista, l’infermiere, il fisioterapista e il dietista, che assistono il paziente durante il suo percorso pre e post operatorio.

«Tra le Ginecologie del Piemonte, Borgosesia è al quinto posto per numero di pazienti arruolate con il protocollo Eras, 149 nel periodo dal 1 settembre 2019 al 29 marzo 2021, con un delta rispetto alle attese di +19,7% - spiega Enrico Negrone, direttore della Struttura Complessa Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Borgosesia – Nel nostro reparto, oltre l’80% delle pazienti viene trattata con questo innovativo protocollo, che utilizziamo da diversi anni, con risultati davvero lusinghieri. La degenza media è di appena 2,5 giorni e il sistema di monitoraggio e valutazione dei risultati dimostra un elevato gradimento da parte delle pazienti. Risultati ancora più gratificanti per il nostro piccolo Ospedale, dove sono rimasti tre ginecologi a gestire tutta l’attività del reparto».

Gli obiettivi di Eras prevedono l’introduzione di un adeguato supporto nutrizionale pre-operatorio; un carico di carboidrati pre-operatorio per contrastare l’insulino resistenza postoperatoria; la scelta di un’analgesia epidurale o spinale per ridurre la risposta endocrina allo stress; l’utilizzo di farmaci antinfiammatori per ridurre la risposta infiammatoria; una rapida ripresa dell’alimentazione post chirurgia per assicurare maggiore energia al paziente;  una gestione ottimale del dolore per evitare stress e insulino resistenza. 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore