/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 28 marzo 2021, 18:10

Comi: «Che beffa, complimenti al Livorno»

Modesto: «Guardiamo avanti, nulla è perduto»

Comi: «Che beffa, complimenti al Livorno»

«È stata una beffa, abbiamo avuto tante occasioni per fare noi il 2-1. Siamo andati in svantaggio ma siamo stati bravi a rimetterla subito in gara. Purtroppo il calcio è fatto di episodi, abbiamo avuto sfortuna e sul contropiede ci hanno fatto gol». Prosegue Comi «Complimenti ai ragazzi del Livorno, data la situazione hanno fatto una gara d’orgoglio. Perdere fa parte del gioco, bisogna pensare subito alla prossima».

 

A parlare è stato Gianmario Comi, autentico eroe di giornata: Il gol nel finale? Disattenzioni? «Non sono cosi lucido da analizzare tutto, lo faremo con il Mister in settimana. In questo momento non sono lucido, forse avremmo dovuto fare qualche marcatura preventiva». Nei secondi finali Comi pensa già alla prossima «Pensiamo alla prossima, daremo tutto noi stessi per uscire da questo momento e riprenderci i tre punti».

 

Al termine della gara anche Mister Francesco Modesto ha analizzato la sconfitta della Pro: Gara combattuta, nel finale la beffa? «Il rammarico è altissimo, alla fine queste partite riservano sempre sorprese. Il calcio è questo ma noi si continua per la nostra strada: i ragazzi sono dispiaciuti, dobbiamo cercare di sgombrarci di qualche pensiero dalla testa, dobbiamo pensare alla prossima». Cos’è mancato? Prosegue il tecnico della Pro «Devo rivedere la gara, sul calcio d’angolo potevamo muovere la palla: non l’abbiamo fatto. Quando subisci gol in ripartenza da angolo è perché ci sono degli errori, andremo a rivederli. Ma non è quello che ci porta rammarico: abbiamo avuto palle gol ed il gioco l’abbiamo fatto, peccato. I ragazzi ci tengono, lavorano e sono davvero arrabbiati in questo momento. Dopo Alessandria ed oggi so quanto sia difficile metabolizzare queste sconfitte. È un gruppo tosto che ha voglia di lavorare e dare soddisfazioni ai tifosi».

 

Una piccola riflessione finale: La Pro però esce sempre a testa alta «Il calcio ti permette di rifarti, è normale che sono gare da vincere e noi faremo di tutto per vincerle. Si guarda avanti anche perché niente è perduto».

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore