/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 24 marzo 2021, 10:52

Vercelli celebra l'anno dantesco: il programma delle manifestazioni

Progetto culturale dedicato a tre celebri canti dell'Inferno e illuminazione della targa in cui il Poeta cita Vercelli

Vercelli celebra l'anno dantesco: il programma delle manifestazioni

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Fondazione Museo Borgogna, la Fondazione Museo Leone e l’associazione culturale Ananke Teatro, ha realizzato il progetto multimediale dal titolo “Infin che il mar fu sobra noi richiuso - Vercelli Dante 700” volto a celebrare l’anno dantesco. 

Il video promozionale ed illustrativo dell’evento sarà proprio giovedì 25 marzo, Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, data che gli studiosi riconoscono come l’inizio del viaggio nell’aldilà descritto nella Divina Commedia, quest’anno più significativa in quanto nel 2021, ricorrono i settecento anni dalla morte del Sommo Poeta.

Il progetto è strutturato in tre puntate, in cui vengono rappresentati ed interpretati dall’attore Federico Grassi, i tre canti dell’Inferno: il canto V di Paolo e Francesca,; il XXVI con il canto di Ulisse, ed infine il XXXIII, il canto del Conte Ugolino. Ogni puntata è arricchita da un intervento di Paolo Pomati che fornisce una breve introduzione letteraria al canto ed illustra sinteticamente, da un punto di vista storico, le preziose cornici museali che lo circoscrivono. Scenografie naturali delle riprese ed ambientazioni sono, infatti, i palcoscenici artistici e storici della città di Vercelli: il Teatro Civico, il Museo Borgogna ed il Museo Leone con i loro reperti riferiti al mondo dantesco. Le musiche originali sono composte da Umberto Capaldi.

«Abbiamo voluto celebrare la giornata dedicata a Dante Alighieri con due iniziative – spiega il sindaco Andrea Corsaro – l’avvio del Progetto multimediale “Vercelli Dante 700” e l’illuminazione, con i colori della bandiera italiana, della targa in cui il Sommo Poeta cita Vercelli». 

La sera del 25 marzo, infatti, sarà illuminata la targa, affissa sui muri di Palazzo Tartara, in piazza Roma, che riporta i versi 73-75, scritti nel canto XXVIII dell’Inferno, dove Dante nomina Vercelli come riferimento geografico e per sottolineare l’importanza politica che rivestiva in quel periodo.

Le tre puntate di “Infin che il mar fu sobra noi richiuso - Vercelli Dante 700” saranno in streaming sul canale YouTube e sulla pagina Facebook Città di Vercelli, a partire dalle 21, per tre venerdì consecutivi, nelle serate del 9, 16 e 23 aprile. Mentre il video illustrativo è previsto sempre alle 21, nella serata di giovedì 25 marzo.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore