/ Spettacoli

Spettacoli | 11 marzo 2021, 16:29

Musiche e danze in onore di San Patrizio

Uno spettacolo che unisce arte, storia, fede e tradizione da seguire attraverso la rete

Anna Vella (Three Quarters)

Anna Vella (Three Quarters)

Il 17 marzo in molti Paesi del mondo si commemora la morte di Saint Patrick, o San Patrizio, uno dei santi patroni d’Irlanda. Patrick visse molti secoli fa, con tutta probabilità tra il IV e il V secolo d.C. e secondo la tradizione medievale fu colui che per primo predicò e diffuse il Cristianesimo in Irlanda. Alcune fonti storiche del XIX secolo raccontano che durante la sua vita intensa e movimentata, Patrick si recò in Gallia e poi a Roma, forse nel 441, per motivi legati alla sua missione religiosa. Se così fu, sicuramente il santo si trovò a percorrere quella che con il passare del tempo sarebbe diventata nota come la Via Francigena, un itinerario percorso da quasi tutti i viaggiatori che anticamente venivano d’Oltralpe per recarsi a Roma.

E’ per questa ragione che quest’anno l’Amministrazione Comunale, che si onora di collaborare con l’Associazione Europea della Via Francigena, ha deciso di dedicare un concerto alla figura del santo, proprio per ricordare il suo possibile passaggio da Vercelli e anche per anticipare un evento che, se la situazione sanitaria lo consentirà, la prossima estate condurrà a Vercelli un’importante delegazione di pellegrini “francigeni”.

Il concerto si svolgerà al Teatro Civico, ma rigorosamente in assenza di pubblico in ottemperanza alle disposizioni, il giorno 17 marzo alle ore 21 e sarà trasmesso in streaming sui canali istituzionali della città, in modo da essere fruibile non solo al momento dell’esecuzione, ma anche in seguito e soprattutto non solo a Vercelli, bensì molto al di là degli ambiti locali.

Sarà un modo per far conoscere un lato di Vercelli e per ricordare il suo illustre passato e la sua caratteristica di importante crocevia per tutti i viaggiatori di un tempo, che nella nostra città trovavano riposo, assistenza, conforto e una rinomata ospitalità.

Chi saranno i protagonisti del concerto? Saranno i Three Quarters, cioè i tre musicisti Anna Vella (voce, chitarra, percussioni), Marco Medicato ( violino) e Mino Pareglio (voce, irish bouzouki, tenor banjo, chitarra, flauti). A loro si unirà la ballerina Asia Bosio, che si esibirà nelle tipiche danze irlandesi apprezzate in tutto il mondo.

Lo spettacolo si adatta alla classica “session”, irlandese, attraverso l’esecuzione di reels, jigs, hornpipes, in rapida successione e per questo invita all’ascolto ma anche alla partecipazione, al ballo individuale e di gruppo spontaneo, grazie al virtuosismo del violino, al dinamismo delle percussioni ed al ritmo del bouzouki e della chitarra.

Non mancherà anche un momento di riflessione intima grazie alla lettura di alcune poesie di William Butler Yeats, il celebre poeta irlandese che nel 1923 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura. Saranno proposti, infatti, alcuni tra i versi più celebri del grande poeta, come “L’isola del lago Innisfree”, “Quando sarai vecchia”, “Il cappello a sonagli” e “Una fanciulla che danza nel vento”.

Un evento, insomma, che intende far parlare di Vercelli anche molto lontano, tra coloro che amano la Irish Music, ma anche tra coloro che hanno percorso, e speriamo ripercorreranno, la Via Francigena e certamente, grazie a questo concerto, saranno invogliati a visitare Vercelli.

Da ultimo, però, c’è ancora una ragione che ha spinto a scegliere di ricordare la figura del santo: si narra che fuggito dall’Irlanda, Patrick si trovasse a dover attraversare la Loira. Essendo sprovvisto di un natante, egli decise di usare il suo mantello come se fosse una zattera e in effetti lo stratagemma funzionò. Giunto sull’altra riva del fiume, però, il mantello era così bagnato che il santo dovette appenderlo ad un cespuglio ad asciugare. Quel cespuglio era un biancospino. Faceva molto freddo, l’inverno era al massimo del suo rigore e tuttavia, inaspettatamente, il biancospino fiorì. Da allora, ogni anno, questa pianta bellissima fiorisce durante i mesi freddi e ci ricorda il miracolo di San Patrizio. Ecco, in un periodo come quello che stiamo vivendo, un periodo in cui si soffre, si è in preda al panico, non si osa pensare ai viaggi, alle avventure, al futuro, è bello pensare che possa accadere un miracolo e che prima o poi la vita possa tornare a scorrere come prima, quando c’era spazio per la musica, per i viaggi, per la danza e per la poesia.

L’appuntamento da non perdere dunque è con i Three Quarters, la musica irlandese e la poesia di Yeats il 17 marzo alle ore 21 in streaming e poi, nei giorni seguenti, a qualsiasi ora, sui canali Youtube della Città di Vercelli.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore