/ Borgosesia

Borgosesia | 03 marzo 2021, 11:11

Canale dell'Isola: Tiramani segnala la vicenda ai Carabinieri

Sopralluogo della Polizia locale e successiva sistemazione di una rete, ma il Comune non è soddisfatto

Canale dell'Isola: Tiramani segnala la vicenda ai Carabinieri

A ottobre aveva provocato il disastro all’Isola di Borgosesia e adesso, dopo una serie di lavori di ripristino e manutenzione straordinaria, all’improvviso il canale della Basikdue Srl è stato riattivato: il sindaco Paolo Tiramani l’ha saputo dagli abitanti del quartiere che, allarmati, hanno chiesto il suo intervento perché temevano per la propria incolumità.

«Alcuni abitanti dell’Isola mi hanno chiamato ieri per segnalarmi che nel canale è tornata a scorrere l’acqua – spiega il Tiramani – ma che il canale si presentava senza alcuna protezione, tanto da rappresentare un grave rischio per pedoni o bambini che sarebbero potuti precipitare nell’invaso. Ho subito provveduto a inviare la Polizia locale per un sopralluogo e contestualmente ho chiamato l’azienda proprietaria per intimare un immediato intervento di messa in sicurezza, oltre che per manifestare tutto il mio disappunto per il loro comportamento inqualificabile: dopo quanto accaduto ad ottobre, non tollero in alcun modo che venga nuovamente messa a rischio l’incolumità degli abitanti dell’Isola, che hanno già patito enormemente per un errore commesso dalla stessa azienda».

E così intorno alle 19 una pattuglia della Polizia Municipale ha effettuato un sopralluogo nell’area indicata dagli abitanti, rilevando effettivamente che nel canale scorreva l’acqua e che nessuna protezione era stata apposta, lasciando di fatto a chiunque la possibilità di avvicinarsi con grave rischio per gli abitanti. Appurato ciò, il Sindaco, per quanto il Comune non abbia competenza su questo tipo di lavori, ha deciso di muoversi per tutelare i propri cittadini: «A questo punto – aggiunge Tiramani – insieme all’assessore all’Urbanistica Eleonora Guida, mi sono recato alla Stazione dei Carabinieri di Borgosesia e ho segnalato l’accaduto al comandante Marini, chiedendo che l’autorità giudiziaria verifichi eventuali inadempienze da parte della proprietà e valuti il da farsi. Peraltro il gestore, dopo la mia telefonata, stamattina si è precipitato a mettere le reti di protezione: evidentemente anche a lui era chiaro il pericolo che aveva creato aprendo l’acqua senza mettere in sicurezza la zona».

L’assessore Guida, aggiunge ulteriori elementi di disappunto in merito alla gestione dei lavori al canale: «Abbiamo più volte interpellato i diversi soggetti coinvolti a vario titolo nei lavori di ripristino del canale – spiega l’amministratrice – e lo abbiamo fatto ancora in queste ultime settimane per sapere, a garanzia della tutela dei cittadini di Borgosesia, se tutti i lavori svolti siano stati eseguiti a regola d’arte e se siano state prodotte tutte le  documentazioni che attestino una funzionalità corretta e sicura del canale. Al momento purtroppo, con sorpresa e rammarico, non abbiamo ricevuto alcuna risposta in merito».

Tiramani è determinato: «Procederemo con ogni azione necessaria in questa vicenda – afferma – pretendiamo che ogni atto effettuato dai proprietari del canale sia documentato ed effettuato con l’obiettivo primario di tutelare la popolazione residente all’Isola, per scongiurare ogni rischio che ciò che è già accaduto possa ripetersi in futuro».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore