/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 02 marzo 2021, 14:30

Modesto: «La nostra forza è la difesa»

Arriva la Pergolettese, che ha fatto soffrire il Como e che è reduce da due vittorie

Francesco Modesto

Francesco Modesto

Alcuni minuti prima della conferenza stampa, domani c'è la Pergolettese. Modesto parla (e ascolta, con attenzione estrema) con il nutrizionista. Cambierà il tempo e quindi tornerà il freddo, occorre studiare la migliore alimentazione dei giocatori, tenere ben presente il problema dell'idratazione.

Poi ecco la conferenza stampa. Insieme ai soliti giornalisti (chi scrive, poi Raffaella Lanza, Massimo Canta; oggi assente Vittorio Gelso), al fotografo Ivan Benedetto che riprende l'intervista e Vittoria Marando, responsabile della comunicazione, ci sono anche – e succede spesso – il direttore sportivo Alex Casella e il responsabile del settore giovanile Francesco Musumeci. L'intesa – tra i due, e tra i due e Modesto - è un altro segnale di questa Pro.
C'era anche il presidente Franco Smerieri, prima.

Un ambiente compatto, teso a fare il meglio.

Arriva la Pergolettese, squadra che può colpire e fare del male. E che è reduce da tre partite niente male: sconfitta di misura contro la capolista Como, poi due vittorie, con Pro Patria (in trasferta) e Livorno. Il decimo posto è lontano, mancano 5 punti, ma il campionato è lungo...

«Giocano un buon calcio, sono veloci, propositivi, bel allenati; e hanno Morello, uno degli esterni più interessanti del girone. Dovremo prestare la massima attenzione, soprattutto nell'uno contro uno» dice Francesco Modesto.

Domani la Pro Vercelli, e purtroppo non solo domani, avrà gli elementi contati nel reparto difensivo. Cosa, questa, che avrà turbato, almeno un po', il sonno di Modesto (che dorme poco, soprattutto da quando allena, ci ha raccontato in passato.

«E' vero. Dovremo fare a meno di Auriletto, che è squalificato, e purtroppo non avremo più a disposizione lo sfortunato Parodi. Ma chi giocherà farà il suo dovere, come sapete non cerco mai giustificazioni.»

Infatti. E non dice, Modesto, che presto, almeno per una gara, mancherà il giocatore che ha avuto il rendimento migliore e più costante di tutti, Petko Hristov. Un problema alla volta.

E di problema ce ne sono sempre: sul campo della Giana Erminio qualche giocatore ha rimediato botte, «anche piccole, ma grazie ai fisioterapisti cerchiamo di rimettere le cose a posto, recuperando al meglio i giocatori. Fortuna che abbiamo giocato sabato, e quindi abbiamo avuto un giorno in più per allenarci» dice il tecnico.

Sulla vittoria sofferta, soprattutto nei minuti finali (con un penalty che l'arbitro si è inventato) sul campo della Giana, Modesto dice: «Abbiamo gestito bene la partita, ma negli ultimi minuti siamo andato un po' in affanno, e queso ci deve insegnare che quando gli altri attaccano in massa noi dobbiamo essere più bravi a gestire la palla.»

E poi, parlando dei vari reparti, Modesto dice: «La vera forza di questa squadra è la difesa. Che comincia con gli attaccanti che vanno in pressing e poi nell'uno contro uno...»

Domani al Piola la ventottesima giornata.
Prossime gare interne del mese di marzo: contro il Como (il 14), l'Alessandria (il 23). Poi verrà primavera.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore