/ Politica

Politica | 02 marzo 2021, 07:42

Corsaro: «Verde, Università, infrastrutture, sanità: i progetti per la Vercelli di domani»

Riqualificazione dell'Isola, dei viali e delle piazze; nuovi spazi per il dipartimento scientifico dell'Ateneo, collegamento Vercelli - Novara e sostegno alla sanità: le linee per ripartire

Corsaro: «Verde, Università, infrastrutture, sanità: i progetti per la Vercelli di domani»

Vercelli punta su un piano di rigenerazione urbana che - partendo dall'Isola, toccando il centro storico e il Cervetto e ridisegnando l'asta del fiume Sesia – offra alla città nuove opportunità di crescita e di sviluppo.

E' un progetto articolato in tanti interventi che si integrano l'uno con l'altro quello parzialmente anticipato da sindaco Andrea Corsaro nel corso dell'incontro con la Regione e che presto arriverà anche all'attenzione del Consiglio Comunale. Si punta alle opportunità offerte dagli investimenti europei e agli auspicati fondi del Recovery, ma anche a progetti che possano essere sviluppati guardando al medio e lungo termine attraverso la capacità di far rete con il territorio circostante.

«Rigenerazione urbana, università, infrastrutture e sanità sono i temi sui quali stiamo lavorando e che potranno portare anche a nuovi investimenti e di conseguenza alla crescita economica del territorio» dice il sindaco che, nella settimana appena conclusa, ha visto il lavoro dei mesi scorsi concretizzarsi in alcuni importanti interventi.

«Partiamo dalla superstrada Vercelli – Novara – dice Corsaro –: un'opera strategica per il nostro territorio. Il fatto che la Regione si sia impegnata a finanziare il progetto investendo mezzo milione di euro è fondamentale perché ci consente di avere uno strumento con il quale poter andare a caccia di fondi, siano essi quelli del Recovery o di altri bandi futuri».

L'obiettivo è far sì che il collegamento veloce tra i due capoluoghi,- fondamentale per il mondo produttivo, per gli studenti, ma anche per la sanità – sia uno strumento di valorizzazione di entrambe le realtà territoriali.

Anticipato nei giorni scorsi nel corso di un incontro con i residenti dell'Isola, il piano di riqualificazione del quartiere fa parte di un progetto più generale sul quale gli uffici comunali stanno lavorando insieme all'architetto e paesaggista Andreas Kipar. I contenuti del piano saranno presentati in Consiglio e dunque il sindaco anticipa solo alcuni dei temi: «Gli uffici hanno lavorato molto sul verde, sul piano di recupero dell'asta del fiume Sesia, sui viali e sulle piazze della città. L'obiettivo generale è avere una Vercelli in cui ci siano più spazi verdi e dove la riqualificazione di alcune aree pubbliche anche centrali possa far da traino per un generale miglioramento della qualità della vita».

In questo quadro d'insieme si inseriscono la riqualificazione di viale Garibaldi, della piazzetta Alciati, del parco lungosesia e il grande progetto che interesserà l'Isola.

Un piano che, recuperando anche i gli interventi del Bando Periferie, inizialmente fermati per l'assenza di fondi, porterà a creare nuovi spazi per l'Università e un generale recupero di alcune zone oggi molto degradate delle case popolari. «Il rettore Avanzi ha confermato l'impegno ad avviare due nuovi corsi di laurea e il dipartimento sui temi dell'ambiente e della sostenibilità – spiega ancora Corsaro – e il Comune, a settembre avvierà la riqualificazione dei magazzini di via Restano, destinati a diventare aule e laboratori dell'Upo». Chimica Verde e Gestione ambientale e sviluppo sostenibile sono i corsi già annunciati dall'Ateneo., ma gli spazi al li là della ferrovia saranno anche sede del nuovo Dipartimento di sostenibilità ed economia circolare: «Riuscire a fare di Vercelli una città sempre più legata all'Università non potrà che portare benefici per tutti», assicura Corsaro. Che poi aggiunge: «La sfida del Comune è riuscire a superare la barriera “simbolica” della ferrovia, recuperando aree oggi abbandonate tra via Trento e la stazione per dare nuovi spazi alla città. E, con il progetto che stiamo presentando per recuperare gli stabili di via Egitto e via Cena contiamo di migliorare la situazione anche in un'area storicamente difficile come quella delle case Atc del rione».

Un piano accolto con interesse nel quartiere e sul quale che il Comitato Rione Isola vuol dare un proprio contributo (LEGGI QUI).

Infine il tema della sanità: «L'emergenza Covid ha scardinato molte delle strategie che avevano guidato la sanità negli ultimi 20 o 30 anni – conclude il sindaco –. Essere stati di stimolo e collaborare per umanizzare e migliorare il nostro ospedale è una carta in più che la sanità vercellese potrà giocarsi nel futuro».

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore