/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 24 febbraio 2021, 12:00

Qualità dell'aria: servono misure concrete

Fragapane (PD): Abbiamo protocollato una mozione in consiglio comunale, per chiedere l’attivazione di un percorso che porti all’individuazione di un piano strutturato

Qualità dell'aria: servono misure concrete

I temi dell’inquinamento atmosferico e della qualità dell’aria sono spesso, giustamente, al centro dell’attenzione anche nella nostra città, che soffre particolarmente di una problematica che insiste più in generale su tutta la Pianura Padana, la cui configurazione orografica è particolarmente favorevole all’accumulo di inquinanti.

Anche nel 2020 Vercelli ha superato il limite delle giornate in cui è stata superata la soglia limite di polveri sottili (58 giornate), risultando anche nella classifica dei capoluoghi di provincia che hanno superato il valore medio annuale suggerito dalle Linee guida dell’OMS per le polveri sottili. 

Il 2021 non è cominciato meglio, con il superamento per quattro giorni consecutivi, dal 18 al 21 febbraio, della soglia di 50 microgrammi di polveri sottili per metro cubo d'aria e la conseguente attivazione del "semaforo arancione" e delle relative limitazioni al traffico di questi giorni.

Il tema della qualità dell’aria è un problema complesso, che deriva da una molteplicità di fattori e che per essere affrontato richiede altrettanta complessità, programmazione e una visione organica, che porti all’individuazione di azioni strutturali nel lungo periodo su temi chiavi quale mobilità sostenibile, riscaldamenti, agricoltura e molti altri.

Riteniamo che la rilevanza di questo problema possa richiedere che, in aggiunta alle prioritarie misure regionali e nazionali, vengano adottate anche azioni locali volte a ridurre le emissioni in atmosfera e l’inquinamento di prossimità, come è stato fatto ad esempio dal Comune di Milano con la stesura di un Regolamento per la qualità dell’aria.

Alla luce di questo quadro, come Partito Democratico abbiamo protocollato una mozione in consiglio comunale, per chiedere l’attivazione di un percorso che porti all’individuazione di un piano strutturato di misure organiche per la tutela della qualità dell’aria e la riduzione dell’inquinamento, che affrontino il tema nella sua complessità superando l’approccio estemporaneo ed emergenziale.

A tal fine abbiamo chiesto che il tavolo tecnico Ambiente Salute - formato da Asl, Comune e Provincia di Vercelli, Regione Piemonte, Arpa Piemonte e Università del Piemonte Orientale – avvii questo processo individuando, sulla base delle fonti di emissioni principali sul territorio comunale e dell’incidenza delle azioni sull’inquinamento atmosferico, quali misure contenute nel Regolamento di Milano o di altri documenti analoghi possano essere replicate nel Comune di Vercelli.

Il percorso prevederebbe il coinvolgimento delle commissioni consiliari per il confronto e l’analisi delle misure potenzialmente attuabili, prevedendo momenti di ascolto e condivisione delle azioni con associazioni ambientaliste, associazioni di categoria e la cittadinanza intera e valutando, eventualmente, l’opportunità di procedere alla stesura di un Regolamento specifico.

Si tratta di un percorso complesso e articolato, ma fondamentale per affrontare un tema altrettanto complesso e articolato come quello della qualità dell’aria, che impatta direttamente sulla salute e sulla qualità della vita delle persone.

Un percorso che, per avere effetti concreti nel lungo periodo, dovrà essere affiancato da un’azione coordinata anche dei grossi centri urbani limitrofi, e, più in generale, delle regioni del bacino della Pianura Padana, processo quest’ultimo di cui la Regione Emilia Romagna sta proponendo l’attivazione.

Il Partito Democratico ha fatto e farà la sua parte, a tutti i livelli amministrativi.


Alberto Fragapane, capogruppo Pd in consiglio comunale

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore