/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 15 febbraio 2021, 11:10

Como capolista, Pro Patria impenetrabile: tanti gli ex Pro in rete

Il commento alla ventiquattresima giornata del campionato di Serie C girone A

Della Morte e Romairone di spalle

Della Morte e Romairone di spalle

Si è conclusa la ventiquattresima giornata del campionato di Serie C girone A: tantissime le emozioni che si sono vissute durante i match. Vincono Como e Pro Vercelli, pareggia il Renate, perde il Novara e la Juventus U23 vince e convince contro i bergamaschi. Andiamo, però, nel dettaglio ad analizzare tutti i risultati registrati al termine dei match.

 

La classifica è più precisa

Si è soliti dire cha la classifica inizia ad avere un senso nei mesi di aprile e maggio; a metà febbraio – però – è possibile dare una prima ipotetica ricostruzione del percorso fatto. Ad esempio la Juventus U23 che, dopo aver affossato in trasferta la mina vagante Albinoleffe, si colloca al sesto posto in classifica. Eroi di giornata sono stati: il gioiello Felix Correia (al nono minuto), Radu Dragusin (32esimo minuto) e Filippo Ranocchia (minuto 52). I tre baby bianconeri hanno raggiunto l’undicesima vittoria stagionale ed arrivano a totalizzare 39 punti (a dieci punti di distanza dal Como capolista). Resta, nonostante la roboante sconfitta, in zona Playoff l’Albinoleffe che resta a 33 punti e trova la nona posizione. Si impone per 1-0 il Pontedera – in casa – contro il Novara: è l’esperto centrocampista Andrea Caponi a siglare la rete della decima vittoria del Pontedera. Padroni di casa che trovano l’ottavo posto, 36 punti e 3 punti di distanza dalla Pro Patria (settima) e dall’Albinoleffe (nona). Torna in acque quasi pericolose il Novara che, dopo aver fermato il momento positivo, resta a 26 punti (a +1 dalla zona Playout) e trova il quattordicesimo posto in classifica. Pareggio a reti bianche quello andato in scena al Moccagatta tra Alessandria e Giana Erminio: i lombardi, dopo il sesto segno X stagionale, raccolgono 21 punti (in 24 partite) e trovano la diciottesima posizione in classifica.

Grande prestazione della Pro Vercelli, in casa, per 3-0 contro la neopromossa Grosseto: dopo il piccolo stop contro la Lucchese, i ragazzi di Modesto e Casella trovano la personale rivincita contro una squadra toscana. I primi due gol, entrambi siglati a pochi minuti dall’inizio di ogni tempo, portano la firma di Costantino – che ormai con il gol ha un appuntamento fisso – e Rolando che, al minuto 47, ritrova la rete dopo mesi di magra e si scrolla dalle spalle la lunga astinenza. A chiudere il match, al minuto 92, è Della Morte che – in questo avvio di seconda parte della stagione – sta vivendo uno dei momenti più felici della sua giovane carriera. Ricapitolando: la Pro resta terza, con 43 punti totalizzati – l’obiettivo iniziale era il decimo posto – e intravede la vetta che è a “sole” sei distanze. Esce dalla zona Playoff il Grosseto che, dopo i 32 punti totali, si posiziona all’undicesimo posto in classifica.

Non si è giocata Pro Sesto e Pergolettese: dieci positivi al Covid all’interno della squadra brianzola, gara che si recupererà in data da destinarsi. Si è giocato il big match per la salvezza tra Livorno ed Olbia: 3-3 il risultato sul tabellino finale. I padroni di casa trovano il doppio vantaggio prima con la rete dell’ex Pro ed Alessandria Fabio Castellano (minuto 38) e poi con Busaglia (48’). Al minuto 55 è l’attaccante King Udoh a riaprire il match. Ragatzu, ex Pro, pareggia i conti (minuto 67) e Ladinetti – su rigore al minuto 73 – porta clamorosamente in vantaggio i sardi. Il Livorno reagisce con l’orgoglio e, nel finale del match, evita la beffa trovando la rete del definitivo pareggio con Dubickas. I padroni di casa, dopo il pareggio, trovano 18 punti e la diciannovesima posizione in classifica (a +1 dalla Lucchese). Ospiti che ottengono la diciassettesima posizione ed un bottino totale di 23 punti. Vince la capolista Como per 1-0 contro la Lucchese. Il gol della vittoria porta la firma di Arrigoni che, al minuto 82, riesce a superare Biggeri. Il Como torna capolista con 49 punti. Capitolo diverso per la Lucchese che, invece, resta ultima in classifica con solamente 17 punti realizzati.

È corsaro il Lecco, in trasferta, contro la Carrarese: 1-2 il finale del match andato in scena allo Stadio Dei Marmi di Carrara. Azzi (ex Pro) e Iocolano portano sul doppio vantaggio nel primo tempo gli ospiti (reti siglate al 20’ ed al 43’). Accorcia per i padroni di casa Marilungo, al minuto 60, ma la rete dell’attaccante non basta. Carrarese che trova la decima posizione con 32 punti, ospiti invece che – dopo l’undicesima vittoria stagionale – ottengono 40 punti ed il quarto posto in classifica (a 3 distanze dalla Pro Vercelli). Vince per 2-0 il Piacenza, nel match salvezza, contro la Pistoiese: Palma, su rigore al minuto 26, e Corbari, al minuto 94, realizzano le reti della quinta vittoria della squadra emiliana. Padroni di casa che escono dalla zona Playout e trovano il quindicesimo posto in classifica con 25 punti. La pistoiese, con 25 punti, resta in zona Playout in quanto trova solamente il sedicesimo slot della classifica.

Pareggiano 0-0 Pro Patria e Renate: come da prassi i padroni di casa non subiscono reti (miglior difesa del torneo con solamente 14 gol presi in 24 giornate) e gli ospiti non riescono a trovare la zampata vincente per andare a pari punti con il Como. Infatti, Renate resta seconda in classifica con 47 punti. Padroni di casa che ottengono 39 punti e trovano il settimo posto il classifica. Occhi puntati sul turno infrasettimanale dove, sicuramente, andranno in scena altri 90 minuti fondamentali per il proseguimento del campionato.

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore