/ Attualità

Attualità | 20 gennaio 2021, 20:02

Parco lungosesia Korczak: al via la riqualificazione delle aree verdi

L'assessore Evangelisti: «Prati, siepi e piante autoctone al posto degli infestanti: restituiremo ai vercellesi una zona in cui passeggiare nella natura». Interventi anche alla Brarola

Un'immagine del parco (prima e dopo la riqualificazione)

Un'immagine del parco (prima e dopo la riqualificazione)

Il Comune ha avviato la riqualificazione del parco lungosesia Korczak nelle aree comprese tra il corso del fiume Sesia e il suo argine estese tra il ponte stradale e la confluenza con il Cervetto.

«Il progetto - spiega l'assessore Patrizia Evangelista, delegata alle Politiche Ambientali - è realizzato con un finanziamento di 255mila euro e tende a riqualificare, sotto il profilo ambientale, un area verde della città da valorizzare quale legame con il fiume Sesia e fruizione da parte dei cittadini».

L’intervento prevede l’estirpazione, con un progetto sperimentale, dell’infestante comunemente nota con il nome di Reynoutria japonica (Poligono del Giappone) che, nel corso delle stagioni primaverile ed estiva rende difficoltoso il transito pedonale su quella parte di argine frequentata da tanti cittadini vercellesi, distruggendo, fatto ancor più importante, l’habitat e l’ecosistema della flora e della fauna tipica riducendone la biodiversità e rendendo impossibile la fruizione delle zone invase dalla specie arborea.

«Verranno messe a dimora specie arboree e arbustive autoctone con la creazione di zone prative - aggiunge Evangelisti -. Le piante che verranno messe a dimora costituiranno piccoli boschetti e siepi. Al contempo saranno mantenute le specie arboree ed arbustive già presenti purché in salute e che non rappresentino un pericolo per la fruizione dell’area».

Il progetto di riqualificazione si estenderà anche sull'altra sponda del fiume Sesia, con la sistemazione dell’area naturale, in zona Brarola, della “Lama del Badiotto e Garzaia” che non è però direttamente fruibile dai cittadini.

«Un intervento tra quelli indicati nel programma politico della Lega», commenta soddisfatto il capogruppo del Carroccio, Romano Lavarino.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore