/ Politica

Politica | 13 gennaio 2021, 15:53

Interrogazione sulla proroga dell'incarico di dirigente del settore Cultura

Pd e lista Civica: «Alle pubbliche amministrazioni è fatto divieto di conferire incarichi dirigenziali a lavoratori pubblici o privati collocati in quiescenza»

Interrogazione sulla proroga dell'incarico di dirigente del settore Cultura

Finisce all'attenzione del Consiglio comunale la proroga dell'incarico di dirigente del settore Settore Cultura, Istruzione Sport e Manifestazione attribuito a titolo gratuito, per altri sei mesi, all'ex dirigente Renato Bianco, che aveva lasciato l'incarico per andare in pensione. 

Pd e Vercelli per Maura Forte, rilevando che «Il Comune di Vercelli con Deliberazione di Giunta del 30/06/2020 n. 154 ha deliberato di attribuire un incarico gratuito dirigenziale a personale in quiescenza per 6 mesi; successivamente con decreto sindacale si è disposto di attribuire per 6 mesi la direzione del Settore Cultura, Istruzione Sport e Manifestazione a decorrere dal luglio 2020 e, con deliberazione di Giunta Comunale n° 359 del 30/12/2020, si è ulteriormente prorogato l’incarico finalizzando l'atto a garantire nel tempo della ricezione delle candidature e dell’effettuazione dei colloqui, la predisposizione dei documenti di programmazione delle attività del Settore Cultura, Istruzione, Sport e Manifestazioni per la tornata triennale 2021/2023, nonché la predisposizione dei documenti di rendicontazione 2020 del medesimo Settore», sottolineano come «La disciplina contenuta nell’art. 5, comma 9, del d.l. n. 95 del 2012 prevede il divieto per le pubbliche amministrazioni di conferire incarichi di studio, consulenza, direttivi o dirigenziali a lavoratori pubblici o privati collocati in quiescenza». 

Da qui la richiesta al sindaco e all'assessore al Personale di sapere «Se nell’organico dirigenziale del comune di Vercelli non ci fosse una professionalità capace di “garantire, nel tempo della ricezione delle candidature e dell’effettuazione dei colloqui, la predisposizione dei documenti di programmazione delle attività del Settore Cultura, Istruzione, Sport e Manifestazioni per la tornata triennale 2021/2023, nonché la predisposizione dei documenti di rendicontazione 2020 del medesimo Settore”; come si procederà per l’attribuzione della quota di risultato dei Dirigenti attribuita per il raggiungimento degli obbiettivi e quale valutazione è stata fatto per l’annualità del 2020 dall’OIV e se sono state disposte deroghe rispetto a quanto richiamato dall’art. 5, comma 9, del d.l. n. 95 del 2012».

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore