/ Sport

Sport | 11 gennaio 2021, 18:20

De Rinaldis: "Vogliamo mantenere e consolidare la vetta in classifica. Primo obiettivo stagionale: accesso diretto alla Coppa Italia"

Intervista all'allenatore di Engas Hockey Vercelli sul futuro prossimo della squadra. Dal mister, un pensiero ai tifosi e adesione alla mobilitazione del movimento hockeistico per la strage di Viareggio.

Paolo De Rinaldis in una foto di Chiara Jett Tugnolo e, sotto, il logo societario.

Paolo De Rinaldis in una foto di Chiara Jett Tugnolo e, sotto, il logo societario.

L’allenatore di Engas Hockey Vercelli, Paolo De Rinaldis, parla a InfoVercelli24 della trasferta vincente a Pordenone, del match contro il Seregno che si terrà domani sera in terra lombarda e dello stato attuale della capolista.

Iniziamo con la disamina della partita contro il GSH Pordenone

"L’approccio iniziale è stato piuttosto timido, la squadra sapeva di essere favorita, anche perchè i nostri avversari ci affrontavano con una formazione rimaneggiata a causa di problemi legati al Covid e altre situazioni. Avremmo, quindi, potuto partire più decisi, ma c’è anche da dire che eravamo reduci dall’impegnativo confronto contro il Roller Bassano solo due giorni prima, che ci ha tolto parecchie energie, soprattutto mentali. Gradualmente, abbiamo preso le misure sui tempi e sulle tattiche del Pordenone e, grazie alla rotazione della nostra ampia rosa, nel secondo tempo abbiamo fatto il nostro gioco e allungato, portando a casa un’altra vittoria.

L’ingresso in pista di Matteo Brusa ha fatto la differenza sia in fase di manovra che in quella realizzativa…

Quando ci si trova a modificare delle dinamiche a livello tattico rispetto al disegno originale, si cerca di sfruttare le caratteristiche migliori dei giocatori che si hanno a disposizione. Brusa è stato bravo, come sempre, a farsi trovare pronto ed è stato colui che ha dato la prima svolta al match. Devo dire, però, che anche gli altri si sono impegnati altrettanto: sono ragazzi che si preparano molto.”

A risultato acquisito, c’è stata molta rotazione di giocatori ed è entrato in porta anche Ferruccio Pasciullo:

“Quando la squadra riesce ad allungare nel punteggio, si cerca di dare minuti a chi scende meno in pista. Sono contento per Ferruccio, che ci dà sempre una grande mano in allenamento. Lo sono anche per Sebastiano Schena e di aver recuperato pienamente Oscar Ferrari, che è stato fuori quasi un mese. Riavere due titolari a pieno servizio ci fa ben sperare per le prossime partite.”

Come sta Fabio Errico? Credo che siano da sottolineare le ottime due prestazioni in porta di Antonio Lopriore nel sostituirlo. 

Errico è pienamente recuperato, stasera riprenderà gli allenamenti con i compagni e sarà, quindi, a disposizione. Per quanto riguarda Lopriore, non nutrivo alcun dubbio sulla sua professionalità, chiaramente non è mai semplice sostituire il titolare, soprattutto in una partita come quella contro il Bassano, ma lui è espertissimo e non ha avuto alcun problema sia sul versante emotivo che su quello tecnico. Con i compagni si sono supportati a vicenda e quindi posso dire che è stato veramente all’altezza della situazione.”

Hockey Vercelli è attesa da impegni molto ravvicinati, visti i recuperi della sesta e ottava giornata, da disputare prima dell’imminente termine del girone di andata: 

Saremo obbligati a giocare quattro partire in 10-11 giorni: è una situazione che ci mette un po’ in difficoltà perchè, ancora una volta, dovremo allenarci giocando ma, purtroppo, il quadro contingente crea questo tipo di dinamiche.”

Si inizierà da domani a Seregno, gli obiettivi del mister:

Vogliamo continuare la striscia positiva, siamo consapevoli della nostra forza e di voler mantenere e, se possibile, consolidare la testa della classifica. Il primo nostro obiettivo stagionale è l’accesso diretto alla Coppa Italia (lo ottengono le prime due classificate della fase di andata del campionato del girone A e B, ndr): ci siamo molto vicini e vorremmo farlo dalla prima posizione. Certo, servono risultati utili: stasera prepareremo il match contro il Seregno, cercando di farlo al meglio.”

Anche Juan Moyano ha sempre più minutaggio in pista:

“Sì, gli sto parlando molto, sa di avere un grande opportunità e la squadra lo sta aiutando. Deve ancora imparare alcune cose riguardo al campionato italiano, ma sta migliorando di partita in partita. Per noi è stato un inserimento importante, poi starà a lui cercare di ritagliarsi ancora più spazio.”

De Rinaldis ha un pensiero dedicato ai tifosi:

“Settimana dopo settimana, anche a distanza, percepisco che l’entusiasmo sta crescendo: da parte nostra, c’è il rimpianto di non poter vivere con loro questi momenti, perchè di certo si sarebbero potuti divertire, appassionandosi ancora di più. Mi auguro davvero che in tempi non lunghissimi si possa ritrovare la nostra tifoseria.”

Il movimento hockeistico italiano si sta mobilitando in sostegno dei familiari delle vittime della strage di Viareggio del 2019 dopo la recente sentenza della Cassazione. Cosa ne pensa?

“Quella notte mi trovavo in un centro federale con le nazionali e avevo con me dei giocatori viareggini: le notizie erano frammentarie e i ragazzi non riuscivano a comunicare con le famiglie a casa. Abbiamo passato momenti complicati. Da allora, non abbiamo mai smesso di ricordare quella strage: io sottoscrivo assolutamente l’impegno che tutti stanno dimostrando davanti ad una sentenza che non rende giustizia a tutte queste famiglie. Per quello che può servire, faccio un appello affinché la giustizia possa fare il suo corso.”

Elisa Rubertelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore