/ Sport

Sport | 10 dicembre 2020, 20:24

Engas Hockey Vercelli, mister De Rinaldis: "La compattezza della squadra ha fatto la differenza"

Intervista all'allenatore dei vercellesi dopo la trasferta vincente a Thiene. Sabato sera partita contro il Seregno, ancora fuori casa.

Mister Paolo De Rinaldis impartisce le sue indicazioni ai giocatori durante un match (foto di Chiara Jett Tugnolo)

Mister Paolo De Rinaldis impartisce le sue indicazioni ai giocatori durante un match (foto di Chiara Jett Tugnolo)

Dopo la trasferta vincente a Thiene che ha visto Engas Hockey Vercelli prevalere per 5-9, InfoVercelli24 ha raccolto le valutazioni del mister gialloneroverde, Paolo De Rinaldis.


- Come giudica questa prestazione dei suoi ragazzi, considerando che si giocava in campo avversario e contro la compagine che, fino a quel momento, era la capolista?

E’ stata una partita dai due volti: l’abbiamo approcciata discretamente, andando subito in vantaggio, ma poi ci siamo fatti riprendere con una punizione a uno. Dopo, abbiamo accusato un calo: eravamo nervosi, contatti. Per questo, il nostro primo tempo non mi è piaciuto granché.  Poi, nel secondo, i ragazzi sono rientrati in pista con un altro atteggiamento, un’altra mentalità e ne è venuta fuori una qualità complessiva importante. Alla lunga, sia dal punto di vista tecnico-tattico, che da quello fisico, abbiamo preso il sopravvento con una gestione di palla vicina al 60-70%, oltre ad aver realizzato reti di pregevole fattura. Complessivamente, quindi, una buona prestazione, ma dobbiamo ancora lavorare su questa pause, cali mentali di tensione, che ci capitano durante i match, ma cercheremo di limare questa difficoltà.”

 - Ciò che impressiona è sempre la qualità del collettivo: comunque la squadra sia messa in campo, alla fine esce ..

“Sì. Avere una panchina sufficientemente lunga è un pregio e si tratta di un gruppo molto coeso, in cui tutti si danno da fare, aiutandosi a vicenda. In qualche partita, può capitare che un singolo renda più o meno, ma per fortuna ci sono le soluzioni e chiunque entra dà il massimo. La compattezza viene fuori, anche e soprattutto nelle difficoltà e questo è un nostro grande valore aggiunto insieme alla quadratura complessiva della squadra e alla sua qualità tecnica.”

- L’inserimento di Moyano pare molto buono, nonostante il ragazzo non giocasse da nove mesi e ora si ritrovi in un realtà con una partita ogni tre giorni.

Juan è un ragazzo molto intelligente e tecnicamente abile, si sta pian piano inserendo negli equilibri di squadra. Certo, sta a me gestirlo: contro il Montecchio mi ha dato una buona risposta e di nuovo contro il Thiene, quando ho deciso di aumentargli un po’ il minutaggio in pista. Chiaramente, dopo nove mesi di inattività e sei allenamenti, non era pensabile averlo per più di 15-20’ in un match. Va gestito, avendo fortuna e capacità per capire quando è il momento di inserirlo, ma di certo è un giocatore importante, un’arma in più per noi.”

- Come sta Sebastiano Schena dopo l’infortunio nel riscaldamento prima dell’incontro contro il Montecchio Precalcino?

Sebastiano purtroppo ha subìto questo incidente (ha ricevuto la pallina in pieno viso, ndr) di cui ci dispiace tantissimo: ha una prognosi di una decina di giorni. Per il resto, fisicamente sta bene. Ciò che mi ha fatto veramente piacere, è stato il fatto che Sebastiano abbia voluto seguire a squadra a Thiene, pur in un turno infrasettinamale e sapendo di non poter giocare: questo è un segnale importante di risposta verso il gruppo a testimonianza di quanto questi ragazzi lavorino bene insieme.”

- La prossima partita sarà una nuova trasferta, contro Seregno Hockey per l'ottava giornata di campionato. 

"Sabato saremo a Seregno, ci prepareremo con il dichiarato obiettivo di vincere, allungando la nostra striscia positiva e facendo un passo in avanti."

- Date già un’occhiata alla classifica o è ancora prematuro e pensate partita per partita?

E’ presto, ci sono tante partite una dietro l’altra e non si riesce a creare delle programmazioni a lungo termine. Non c’è nemmeno il tempo di gioire per una vittoria come quella di Thiene, perchè ci si deve concentrare subito sul prossimo match. Ora bisogna solo impiegare tutte le energie per arrivare al 19 dicembre per la pausa natalizia, mettendo più punti possibile in classifica. Durante la sosta, cercheremo di strutturare un lavoro fisico di richiamo e da lì potremo vedere anche punto saremo, facendo le valutazioni del caso.”

 

Elisa Rubertelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore