/ Cintura di Vercelli

Cintura di Vercelli | 30 novembre 2020, 09:22

Prarolo: per Luciano Ciervo il lutto di tutta la comunità

Fissate le esequie dell'alpino stroncato dal Covid a soli 52 anni

Luciano Ciervo era segretario della sezione Alpini di Prarolo

Luciano Ciervo era segretario della sezione Alpini di Prarolo

«Ciao Ciano... i nostri cuori sono tutti con te». La comuntià di Prarolo, ma anche la grande famiglia degi Alpini, i volontari dell'Aido e tanti amici stanno ricordando in queste ore Luciano Ciervo, segretario del Gruppo Alpini di Prarolo, stroncato dal Covid.

leggi anche: ALPINI IN LUTTO: MORTO LUCIANO CIERVO

«La grande famiglia Alpina ANA Vercellese, dopo la recente scomparsa di Franco Bellini, capogruppo di Livorno Ferraris, piange la  prematura scomparsa dell’Alpino Luciano Ciervo del gruppo alpini di Prarolo - ricordano dalla sezione Ana di Vercelli -. Luciano è “andato avanti”, stroncato dal Covid, nemico invisibile, e lascia un vuoto incolmabile nella famiglia, nel suo gruppo Alpini e nella nostra sezione. Un grande  amico, un uomo generoso e sempre disponibile, anima del direttivo sezionale per il quale ha sempre profuso impegno e lavoro con il suo immancabile sorriso». 

Un ritratto analogo è quello che viene tracciato dall'Aido intercomunale di Vercelli, vicina «al dolore della moglie Gabriella con il figlio Mattia... della adorata mamma Elena, dei suoi  fratelli, delle cognate, dei nipoti e a tutta la comunità proarolese. Ciano era un grande amico, il nostro cuore è con lui».

Intanto oggi, lunedì 30 novembre alle 18, nella chiesa parrocchiale, verrà recitato il rosario, mentre martedì 1 dicembre alle ore 15 sono previsti i funerali.

«So che è un momento di grande dolore per tutta la Comunità - dice il sindaco del paese, Dario Caldera - e vorrei davvero che tutti potessimo viverlo nella massima vicinanza tra amici e famigliari, ma è fondamentale rispettare le regole sanitarie imposte dal Dpcm: evitate qualsiasi tipo di contatto; mantenete le distanze, indossate sempre la mascherina. Ve lo chiedo, e me ne scuso, soprattutto per il rispetto che dobbiamo a Luciano, portato via proprio da questo maledetto virus che stiamo cercando di evitare in tutti i modi».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore