/ Attualità

Attualità | 30 novembre 2020, 12:00

Prima di insegnare alle donne a difendersi bisogna insegnare agli uomini a non offendere

L’avvocato Anna Clorinda Ronfani ospite del Soroptimist Vercelli

Anna Clorinda Ronfani

Anna Clorinda Ronfani

Importante e densa di contenuti la videoconferenza online intitolata “Silenzio, Sacrificio, Illusione di cambiamento, Asimmetria economica: gli alleati della violenza domestica?”, che l’avvocato Anna Clorinda Ronfani – soroptimista di Torino - ha tenuto per il Soroptimist Club di Vercelli, presieduto dalla professoressa Rita Manuela Chiappa, nella serata di mercoledi 25 novembre, giornata dedicata al contrasto alla violenza di genere.

La presidente Chiappa, dopo aver presentato l’avvocato penalista del Foro di Torino, illustrandone il ricco curriculum, ha sottolineato l’importanza della campagna soroptimista “Orange the World”, che prevede sedici giorni di impegno sul fronte della sensibilizzazione e informazione riguardo alla violenza di genere.

La relazione ha preso le mosse dalla prolusione del Presidente della Repubblica, On. Sergio Mattarella, incanalandosi poi in esempi concreti di cui l’avvocato è stata testimone come penalista e come volontaria del Telefono Rosa. E’ emersa forte la nuova consapevolezza che la violenza, oltre che fisica e morale, può essere anche economica, e questo rende molto coerente il progetto sull’educazione finanziaria che il Soroptimist promuove; altro dato considerato importante è la recrudescenza degli episodi di violenza domestica durante i difficili mesi del lockdown totale e parziale, testimoniata dal raddoppio del numero di persone offese prese in carico dai volontari nel secondo semestre 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Molti gli interventi e le domande che hanno reso la serata davvero interessante ed interattiva. Come per molte altre emergenze si è capito che bisogna lavorare a monte e l’avvocato Ronfani, prima di salutare, ha concluso con una frase che è parsa completa nella sua sintesi: “Prima di insegnare alle donne a difendersi bisogna insegnare agli uomini a non offendere”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore