/ Politica

Politica | 29 novembre 2020, 14:28

Locarni: «Mancata parola all'epidemiolgo? Una polemica stucchevole»

Il presidente del Consiglio comunale replica alle minoranze: «Non è la Commissione Bilancio il luogo per trattare tematiche sanitarie. E la sua audizione non era all'ordine del giorno»

Locarni: «Mancata parola all'epidemiolgo? Una polemica stucchevole»

«Ritengo quasi stucchevole voler sottolineare che alcuni consiglieri di maggioranza avrebbero impedito a un epidemiologo di parlare durante una commissione consiliare. Rispettando le posizioni di tutti sul progetto della fabbrica di pallets e non entrando nel merito di chi è favorevole o contrario a tale insediamento produttivo, non posso non sottolineare come detto epidemiologo non avesse facoltà alcuna di intervento, in quanto convocato non nella forma e sostanza corretta». Il presidente del Consiglio comunale, Gian Carlo Locarni, replica nel giro di qualche ora alle osservazioni di SiAmo Vercelli (ma anche a un post del tenore analogo del consigliere Michelangelo Catricalà del Movimento 5 Stelle) sullo svolgimento della prima commissione convocata, lunedì, dal presidente Paolo Campominosi per trattare il tema dell'insediamento proposto da Asm Iren in via Cesare Libano.

«Non vie era all'ordine del giorno un’audizione dell'epidemiolgo - prosegue Locarni -, senza dimenticare che nemmeno la commissione era quella in cui si poteva ascoltare tale esperto, visto che la prima commissione tratta Bilancio e rapporti con le partecipate. L’importanza e la professionalità dell’esperto in questione non sono certo in discussione - prosegue Locarni - ma neppure regolamento e statuto che devono continuare a essere rispettati. C’è la possibilità di sentire gli esperti in materia ma nelle commissioni con deleghe di competenza e, badate, questo non è un mero tentativo di nascondersi dietro le regole ma una sottolineatura che le regole vanno rispettate sempre e comunque e il mio compito è proprio di sottolinearne il rispetto, restando sopra le parti siano esse di maggioranza o opposizione e sopratutto nel rispetto delle convinzioni altrui che siano a favore o contrarie alle proprie».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore