/ Cronaca

Cronaca | 28 novembre 2020, 23:39

Addio ad Angela, mamma e amica meravigliosa: aveva 56 anni

Dipendente della banca San Paolo, è spirata all'hospice di Gattinara

Angela Morano

Angela Morano

E' morta all'hospice di Gattianra, dove era stata ricoverata per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute, lasciando un grandissimo vuoto nelle tante persone che hanno sconosciuto il suo sorriso, il suo cuore grande e la capacità di creare subito solidi legami con le persone che incontrava sulla sua strada.

Angela Morano, bancaria 56enne (era dipendente di Intesa San Paolo), è morta per le conseguenze di un tumore che l'aveva aggredita da qualche tempo. A darne la notiza con un post diffuso attraverso i social, sono i familiari: il marito, Paolo Pozzati, i figli Pier Paolo e Alice, la mamma Maria Luisa e il fratello Marco.

«Angela, adorata mamma e moglie, oggi è venuta a mancare ai suoi affetti più cari Paolo, Alice e Pierpaolo - hanno scritto -. Il cancro inaspettatamente rapido e crudele ce l’ha portata via troppo, troppo presto. L’amore e la premura incommensurabile nei nostri confronti, gli insegnamenti e ogni ricordo rimarranno indelebilmente impressi nelle nostre menti e nei nostri cuori, così come rimarrà indelebile il grande vuoto e il dolore che la sua perdita ha generato in tutti noi. Vi comunichiamo questa terribile notizia consapevoli di quando Angela avesse la grande qualità di riuscire ad entrare in empatia con le persone che ha conosciuto durante il suo cammino. Sappiamo quanto tanti di voi foste affezionati a lei, come collega, amica, sorella, confidente, zia, cognata, conoscente». E, in effetti, non appena la notizia della morte della donna è divenuta pubblica, sono stati molti i vercellesi che hanno deciso di ricordarla, con post e fotografie toccanti.

«Ciao Angela - scrive la vercellese Gabriella Biasone, per anni tra le organizzatrici della Cena in Bianco, postando alcune immagini della manifestazione - voglio ricordare la tua grinta, la tua voglia di vivete e la tua positività che era contagiosa. Veglia da lassù su Paolo, Per ed Angela. Ricordo l'entusiasmo che avevi messo nell'aiutarci per la prima Cena in Bianco».

«Una donna meravigliosa, una presenza discreta con un cuore empatico verso tutti quelli che incrociavano il suo cammino», ricordano molti conoscenti affranti per questo nuovo lutto che colpisce la città.

In ossequio alle norme sanitarie anti contagio, i funeralii saranno celebrati in forma privata.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore