/ Borgosesia

Borgosesia | 24 novembre 2020, 16:39

Ipsia Magni: a sei mesi dalla maturità lavora l'86% dei diplomati

Borgosesia: i risultati di Eduscopio premiano l'istituto valsesiano che prosegue la positiva esperienza con lo Sportello del Lavoro

Ipsia Magni: a sei mesi dalla maturità lavora l'86% dei diplomati

A sei mesi dalla maturità lavora l’86,11% dei diplomati. Un dato che mette l’Ipsia Magni di Borgosesia al secondo posto in tutto il Piemonte.

E’ on line dal 12 novembre l’edizione 2020 di Eduscopio.it (www.eduscopio.it), progetto della Fondazione Agnelli che analizza i dati di oltre un milione di diplomati italiani dal punto di vista dell’inserimento lavorativo e universitario allo scopo di indirizzare meglio le famiglie e i giovani nella scelta della scuola superiore.

In Piemonte sul fronte dell’istruzione tecnico-professionale la scuola con la percentuale più elevata di diplomati assunti (87,5%) è il Marconi di Savigliano. Lo segue a ruota, con meno di 1,5 punti percentuali di distacco l’istituto professionale Magni di Borgosesia con l'86,11 per cento di diplomati impiegati.

Un risultato che premia l’impegno profuso negli ultimi anni dall’Istituto Lancia nel rafforzare la sinergia tra mondo del lavoro e mondo della scuola con attività di orientamento, promozione e contatti con le aziende: “Il fatto di essere al secondo posto per numero di occupati tra i circa 70 istituti professionali di tutto il Piemonte, alcuni dei quali molto più grandi del Lancia, gratifica molto – commenta il dirigente scolastico, Carmelo Profetto - e rende il giusto merito all’impegno quotidiano che, con discrezione, la nostra comunità scolastica impiega congiuntamente al continuo contrasto della dispersione scolastica e al contenimento del crescente disagio giovanile. Oltre al beneficio diretto sugli ex studenti, questo dato conferma la validità dell’offerta formativa del Lancia rispetto ai fabbisogni delle imprese del territorio”.

A questo risultato contribuisce anche l’iniziativa lanciata dall’istituto superiore nell’estate 2019 e che oggi ha al suo attivo 30 tirocini extracurricolari, 50 colloqui di orientamento e la collaborazione con 100 aziende. Si tratta dello Sportello del lavoro dell’istituto Lancia, progetto nato proprio per promuovere l’incontro tra mondo del lavoro e scuola. L’obiettivo è attivare tirocini post diploma interfacciandosi con le aziende del territorio e accompagnando i giovani nell’inserimento lavorativo.

Lo Sportello si rivolge ai studenti neodiplomati, sia al Lancia sia altrove, purché under 30 ed è diventato punto di riferimento per le aziende in cerca di personale: si occupa infatti, a costo zero, sia del processo di ricerca e selezione dei candidati sia del disbrigo delle pratiche per attivare il tirocinio extracurricolare sia del tutoraggio nel percorso di inserimento lavorativo. E’ inoltre nata al suo interno una collaborazione con alcuni studi di consulenza del lavoro che si appoggiano allo sportello del Lancia per la ricerca di profili per le aziende loro clienti e per le relative pratiche di tirocinio.

Per accedervi è necessario telefonare (0163.200127 per Itis, 0163.22227 per Ipsia) oppure mandare una mail a: lancia@we4job.it. Verrà così fissato un appuntamento per un colloquio - all’interno della scuola - con un case manager che orienterà il giovane in base alle proprie attitudini e competenze, supporterà il candidato nella stesura di un curriculum e nella simulazione di un colloquio e, infine, cercherà di abbinarlo alle offerte di lavoro provenienti dalle aziende del territorio. I referenti sono Simone Nuzzo, docente dell’istituto Lancia, e il case manager Alessandra Giordano. L’azienda che riceve il diplomato terrà poi un secondo colloquio cui, in caso di successo, seguirà l’avvio del tirocinio ricompensato con uno stipendio minimo mensile di 600 euro, incrementabile a discrezione dell’azienda. Il tirocinio è finalizzato a un inserimento permanente.

Lo sportello del Lancia, scuola che copre un’area territoriale molto vasta e strategica, è accreditato presso la Regione Piemonte nell’ambito del progetto “Garanzia giovani”, iniziativa europea di contrasto della disoccupazione giovanile che permette di abbattere del 50% i costi legati all'indennità mensile del tirocinio a carico dell'azienda, sostenendo quindi l'occupazione giovanile.

A breve, inoltre, grazie a una sinergia tra il Lancia e la più importante azienda leader nazionale nel settore della digitalizzazione delle scuole (Spaggiari) sarà possibile realizzare contatti ‘tra una regione e l’altra” tra le aziende e i neodiplomati.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore