/ Borgosesia

Borgosesia | 21 novembre 2020, 15:00

Investe e uccide un gattino e fugge: individuato dalla videosorveglianza, rischia una denuncia

Borgosesia, l'episodio è avvenuto in una stradina stretta del centro. L'assessore: «Velocità non adeguata al luogo, anche un pedone poteva essere a rischio»

Un particolare della Rua

Un particolare della Rua

Imbocca una stradina del centro a una velocità non adeguata rispetto alle dimensioni della via, investe un gattino e si dà alla fuga. I residenti denunciano l’investimento del felino, rilevando anche come l'auto avrebbe potuto mettere a rischio anche l'incolumità delle persone e, grazie alle telecamere del Comune si individua il responsabile, che ora rischia grosso.

A raccogliere lo sfogo dei residenti in quella che a, Borgosesia, viene chiamata "la Rua" è l’assessore Eleonora Guida che, indignata, spiega: «Sono stata allertata immediatamente dopo l’accaduto e ho visto personalmente il sangue a terra causato dall’investimento e dal trascinamento del gattino. Ho anche parlato con la signora che amorevolmente se ne prendeva cura e che è rimasta sconvolta. Chi ha investito il gatto, pur essendosene accorto, non si è fermato a soccorrerlo: un comportamento inaccettabile».

La registrazione della telecamera, che si trova proprio in corrispondenza del punto in cui è accaduto, rivela con estrema chiarezza come si sono svolti i fatti: «Grazie al capillare sistema di videosorveglianza di cui la nostra città è dotata, siamo in breve risaliti al momento d’l'investimento – racconta Guida - è evidente che la vettura ha affrontato la strettissima via a velocità inadeguata e tale da mettere a rischio anche l’incolumità dei passanti. E’altrettanto evidente – dice Guida – che l’autista si è accorto di aver investito il gatto, infatti ha rallentato ed esitato un attimo, poi è ripartito lasciando l’animaletto in preda alle convulsioni in mezzo alla strada. L’auto è ben visibile, dunque sappiamo chi è il colpevole».

A questo punto, l’assessore non fa sconti: «Il responsabile di questo evento deplorevole sarà denunciato e sanzionato come previsto dall’articolo 189 del codice della strada (multa da 413 a 1653 euro per omissione di soccorso) – spiega l’Assessore – stiamo inoltre valutando, visto che l’autista si è evidentemente accorto di aver ucciso il gatto, l’applicabilità dell’articolo 544 bis del codice penale».

In questo quadro, Eleonora Guida dà al responsabile dell’investimento una possibilità: «Lo invito a presentarsi spontaneamente presso la Polizia Municipale per fornire la sua versione dei fatti – dice l’Assessore – sarebbe un gesto di civiltà oltre che di responsabilità. Altrimenti, procederemo come previsto dalla normativa corrente».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore