/ Gattinara-Valsesia

Gattinara-Valsesia | 20 novembre 2020, 14:49

Ponte provvisorio per collegare Gattinara e Romagnano

La struttura, in metallo, operativa entro la prossima primavera. Gli aggiornamenti sulla ricostruzione dell'opera definitiva

Il ponte crollato lo scorso 3 ottobre

Il ponte crollato lo scorso 3 ottobre

Un ponte in metallo a tre campate, con due corsie da 3,7 metri ciascuna e una portata di 44 tonnellate: è questa la soluzione provvisoria per collegare le due sponde del fiume Sesia a Romagnano Sesia, in provincia di Novata, in temporanea sostituzione del ponte crollato a seguito dell’alluvione del 3 ottobre scorso. La soluzione è stata illustrata ai sindaci di Romagnano Sesia, Alessandro Carini, e di Gattinara, Daniele Baglione, in una videoconferenza questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici della Regione Piemonte Marco Gabusi. All’incontro hanno preso parte anche il presidente della Provincia Federico Binatti e il consigliere delegato alla Viabilità e Lavori pubblici Marzia Vicenzi con i tecnici dell’Ente, i rappresentanti della Provincia di Vercelli e i tecnici della struttura territoriale per il Piemonte dell’Anas.

Secondo quanto illustrato dall’assessore Gabusi i tempi per la realizzazione dovrebbero essere stretti: la posa del ponte provvisorio dovrebbe essere completata entro aprile, quando si prevede l’apertura al traffico. L’intervento sarà a carico del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture con un finanziamento ad hoc. Contemporaneamente, Anas – che ha annunciato l’ok entro aprile al passaggio di competenze della Provinciale 142 sulla quale insiste il ponte - si sta già attivando anche con la progettazione per la ricostruzione del ponte definitivo. Il cantiere per quest’opera dovrebbe durare 18 mesi. Anche questo progetto dovrà essere sottoposto, al Ministero che dovrà finanziarne la realizzazione, e agli Enti territoriali.

dal nostro corrispondente a Novara

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore