/ Cronaca

Cronaca | 18 novembre 2020, 12:07

In trasferta nel vercellese senza motivo (e con un coltello fuorilegge): nei guai due torinesi

Livorno Ferraris: una denuncia e due sanzioni per la violazione del Dpcm anti Covid

In trasferta nel vercellese senza motivo (e con un coltello fuorilegge): nei guai due torinesi

Denuncia (per uno) e multa per due torinesi "in trasferta", senza giustificato motivo, a Livorno Ferraris. A fermare la Panda sulla quale viaggiavano sono stati i carabinieri della stazione del paese nell'ambito dei consueti controlli sul rispetto delle norme anti-Covid.

Martedì pomeriggio, durante l’esecuzione di un posto di controllo stradale, la pattuglia ha fermato, nella zona industriale, una Fiat Panda condotta da un 50enne di Torino che trasportava un passeggero 29enne residente nella medesima località. Entrambi risultavano molto nervosi e gravati da precedenti per reati contro il patrimonio. Inoltre non davano giustificazione circa la loro presenza nel vercellese. A seguito di una perquisizione personale, estesa anche al veicolo, i carabinieri hanno così ritrovato, nascosto nel vano porta oggetti dell’autovettura, un coltello a serramanico della lunghezza di cm 18 (consentito dalla legge sino a 15 centimetri e con lama non superiore a 6).

Il 50enne, dopo aver ammesso che l’arma bianca era di sua proprietà, è stato alla Procura della Repubblica di Vercelli per porto illegale di armi in luogo pubblico nonché munito di foglio di via obbligatorio dal Comune di Livorno Ferraris. Entrambi i torinesi, inoltre, sono stati multati per la violazione delle norme del DPCM anti-covid.  

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore