/ Politica

Politica | 14 novembre 2020, 17:01

Corsaro: «Per il restauro della basilica pronti 2 milioni di euro: Sant'Andrea è una priorità dell'amministrazione»

Il sindaco: «Siamo in procinto di indire la gara per i lavori. E i nostri funzionari seguono la vicenda con la massima attenzione»

Corsaro: «Per il restauro della basilica pronti 2 milioni di euro: Sant'Andrea è una priorità dell'amministrazione»

«Sulla basilica di Sant'Andrea l'amministrazione comunale ha un progetto esecutivo da quasi due milioni di euro per il restauro di transetto, abside, chiostro e pozzo e, nonostante le difficoltà del periodo, siamo arrivati alla fase del bando di gara». Il sindaco Andrea Corsaro risponde a stretto giro alle osservazioni di SiAmo Vercelli sulla situazione di uno dei monumenti simbolo della città.

«L'amministrazione comunale è molto attenta alle condizioni della basilica - prosegue Corsaro -. Sono stato personalmente presente al sopralluogo effettuato dai Vigili del Fuoco il giorno il cui c'è stato il distacco della colonnina e in settimana, insieme alla dirigente Patriarca, ho incontrato gli specialisti di Venezia che stanno seguendo il progetto di restauro della basilica. Intanto i tecnici dell'edilizia acrobatica hanno fatto un sopralluogo per sistemare tegole e altri elementi delle coperture». 

Corsaro sottolinea come l'attività del Comune, in tema di tutela del Sant'Andrea, sia costante nel tempo e di lunga data. Gli uffici comunali, in passato, avevano ottenuto l'inserimento del progetto di restauro della basilica nei fondi regionali Por Fesr e ora tutta l'attività preliminare alla messa a bando delle opere è conclusa. Intanto è previsto a breve anche un intervento di rifacimento dell'illuminazione esterna del corpo basilicale.

«Sant'Andrea - conclude il sindaco - è un monumento che l'amministrazione comunale sta tutelando con il massimo impegno nel rispetto dovuto a un luogo d'arte così importante per la città».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore