/ Politica

Politica | 06 novembre 2020, 14:49

Si chiude la causa con Aprc: i soldi della caparra vanno al Comune

Approvata la proposta di accordo che eviterà di arrivare al giudizio e consentirà di rimettere i terreni sul mercato

Si chiude la causa con Aprc: i soldi della caparra vanno al Comune

Si chiude con un accordo extra giudiziale la causa tra Comune e Aprc relativa alla destinazione della caparra di 291mila euro che la società francese aveva versato all'atto della sottoscrizione del contratto preliminare per l'acquisto dei terreni nell'area di Larizzate. Un procedimento, avviato nell'ultimo anno dell'amministrazione di Maura Forte e che era stato oggetto di infuocate polemiche, durante la campagna elettorale, ma anche nel corso di alcuni successivi consigli comunali.

All'inizio dello scorso mese di gennaio, dopo la scadenza dei termini per formalizzare l'acquisto dei terreni da parte della società francese, il Comune aveva dichiarato la perdita di validità del contratto preliminare. Nel giro di qualche settimana la ditta aveva fatto causa per chiedere il rilascio della caparra e il Comune aveva avviato un contro procedimento per ottenere il rilascio del denaro. 

La proposta di transazione elaborata dai legali delle parti, comporta, per il Comune, non solo la possibilità di incassare la caparra, ma anche di chiudere la partita relativa alla validità del contratto preliminare, tornando dunque in possesso dei terreni che potranno essere rimessi sul mercato.

«Senza voler più dar adito a polemiche, dico solo che evidentemente il Comune aveva adeguate argomentazioni a sostegno della propria posizione», commenta il sindaco Andrea Corsaro, subito dopo la firma dell'atto che chiude definitivamente il capitolo Aprc a Vercelli.

Da qui la decisione presa da sindaco e Giunta di accettare l'accordo: il Comune di Vercelli incasserà l’importo vincolato a titolo di caparra confirmatoria, incamerando la somma complessiva di 291.700,66 euro e potrà dar seguito alla cancellazione della trascrizione del contratto preliminare di compravendita, concordata tra le parti. A carico del Comune sarà il pagamento degli oneri derivanti dagli adempimenti connessi alla cancellazione della trascrizione nei registri immobiliari, stimati in 2.000 euro.

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore