/ Cronaca

Cronaca | 27 ottobre 2020, 18:50

"Addio Marta, morta a 33 anni: la vita è davvero ingiusta"

Lutto in città per una giovane dottoressa: Beggiato lascia il marito e due bimbe piccole

Marta Beggiato aveva solo 33 anni

Marta Beggiato aveva solo 33 anni

Vercelli e Santhià piangono Marta Beggiato, fisiastra morta ad appena 33 anni, lasciando il marito Stefano e le due figlie Vittoria e Anna.

Beggiato lavorava a Torino alla Città della Salute, ma i suoi affetti e tanti suoi amici che oggi la piangono erano nel vercellese: a Santhià, dove c'erano le sue radici, e in città, dove aveva studiato da adolescente e dove viveva. La notizia della morte del giovane medico è stata accolta con grande dolore e con un profondo senso di angoscia per il dramma toccato a questa giovane concittadina, alla sua famiglia e alle bimbe piccole.

A ricordarla, con una toccante poesia sui social, un collega di lavoro:

"Marta è morta, non è più con noi....intorno tutto tace ma, se ascolto, odo ancora i suoi passi, le sue parole e tutto quello che ci ha trasmesso.... Marta non è morta nei nostri cuori e nella nostra vita, perché chi è amato non conosce la morte, perché l’amore fa rinascere la vita..... e lei rinasce per noi mentre, raggiunta la vetta del monte e liberato il respiro dal suo fluire incessante, lascia che il suo spirito spazi sopra di noi e voli alla ricerca di Dio.... Ti abbraccio Marta, con tutto il cuore".

Il rosario per Marta Beggiato verrà recitato mercoledì 28 ottobre alle 18.30 in Duomo, dove si terranno anche i funerali, giovedì 29 ottobre alle 10.30: Marta Beggiato lascia il marito Stefano Masuero, le figlie Vittoria e Anna, la mamma Mariella con il papà Ezio e la nonna Valburga con Alberto, Marina, Matteo e Marco.

 

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore