/ Cronaca

Cronaca | 27 ottobre 2020, 12:05

Abbatteva specie protette (usando richiami vietati): cacciatore nei guai

Denunciato dai carabinieri forestali dopo un controllo ad Alice Castello: sequestrati fucile, cartucce e carniere

Abbatteva specie protette (usando richiami vietati): cacciatore nei guai

A caccia con strumenti vietati, abbatteva anche specie vietate. Un cacciatore residente nel bresciano è stato denunciato, nel fine settimana, dopo un controllo effettuato ad Alice Castello, dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Vercelli.

L'uomo, T.S., è stato sorpreso in flagranza, in palese violazione delle norme sulla caccia, mentre utilizzava un richiamo acustico non consentito. Così i militari hanno proceduto a porre sotto sequestro probatorio un fucile calibro 20; 3 richiami acustici elettromagnetici; 5 cartucce calibro 20 cariche e il carniere, composto da 45 esemplari abbattuti, tra cui un cardellino, 10 migliarini di palude, 27 pispole, 7 allodole.

Il cacciatore di tre violazioni alla legge sulla caccia: caccia con l’ausilio di richiami vietati; abbattimento di specie di uccelli particolarmente protette e abbattimento di uccelli nei cui confronti la caccia non è consentita.

Gli esemplari abbattuti sono stati consegnati al personale della Polizia Provinciale Nucleo Vigilanza Venatoria per custodirli in cella frigorifera, mentre l'altro materiale oggetto di sequestro costituente corpo di reato è stato custodito presso l'armeria della Stazione Carabinieri Forestale di Albano Vercellese.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore