/ Cronaca

Cronaca | 22 ottobre 2020, 16:45

Riapre la Tangenziale Nord. Lavori conclusi a tempo di record

A meno di tre settimane dall'alluvione, ripristinato il collegamento diretto con l'autostrada e il novarese

Riapre la Tangenziale Nord. Lavori conclusi a tempo di record

E' stata riaperta in tempo di record la Tangenziale Nord. A meno di tre settimane dalla devastante alluvione del 3 ottobre, la Provincia ha ultimato i lavori di ripristino della sede stradale, gravemente danneggiata dall'acqua del fiume Sesia che, oltre ad aver invaso parte della carreggiata, ha anche eroso il rilevato e la massicciata.

leggi anche: TANGENZIALE NORD, I DANNI LASCIATI DALLA SESIA

La notizia della riapertura al traffico è stata data poco fa dalla Provincia: "Riaperta ora la Tangenziale Nord", scrive il vice presidente Pier Mauro Andorno. Un intervento per il quale si erano spesi tutti gli enti: Comune di Vercelli, Provincia e Regione concordi nel ritenere fondamentale il recupero dei collegamenti con il casello autostradale sulla A26.

Interdetta inizialmente al traffico dalla rotatoria di via Valter Manzone fino alla rotatoria di BorgoVercelli, era stata parzialmente riaperta già il 7 ottobre scorso fino allo svincolo di Vercelli Centro. L’impegno comunque della Provincia era stato fin da subito quello di procedere celermente coi lavori, anche nonostante l’ormai prossimo passaggio dell’arteria sotto il controllo dell’Anas, per ridurre al minimo i disagi.

L’apertura prevista per la prossima settimana è stata invece anticipata ad oggi, giovedì 22 ottobre. "Sono pienamente soddisfatto - commenta in una nota il vice presidente con delega alla Viabilità, Andorno - del lavoro svolto dalla ditta Fratelli Sogno e dai tecnici provinciali: mentre questi ultimi si sono impegnati e continuano ad impegnarsi su tutti i fronti critici della viabilità a seguito del fenomeno alluvionale, la ditta con un impegno profuso ha permesso di riaprire la SP 11 non solo rispettando la già stringente tabella di marcia, ma addirittura in anticipo di qualche giorno".

Eraldo Botta, presidente che ha da poco festeggiato il suo primo anno di mandato, ha commentato positivamente la celere riapertura: "Devo ringraziare la ditta ed i tecnici per l’ottimo ed il celere lavoro svolto, ma un grazie particolare va al consigliere Andorno che ha seguito con costanza e dedizione tutti i fronti aperti da questo evento catastrofico per il nostro territorio. Una risposta della Provincia che vuole essere sempre più vicina ai cittadini senza che nessuna comunità o parte del territorio si senta di serie B: l’impegno per noi è uguale in ogni luogo da noi amministrato!".

L’impegno continua su tutti gli altri fronti caldi ereditati dall’alluvione: le priorità ora sono il ripristino della corretta viabilità sulla SP 105 Doccio - Crevola e la SP 9 a Cravagliana, entrambe interamente crollate con la piena dei fiumi Sesia e Mastallone, per cui i tempi saranno decisamente più lunghi.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore