/ Cintura di Vercelli

Cintura di Vercelli | 21 ottobre 2020, 10:04

Asigliano: chiusura notturna del Parco e "divieto di sosta" nelle piazzette e sulle panchine

Il sindaco: "Oltre a individuare i vandali, dalle videocamere abbiamo visto assembramenti di una ventina di giovani senza mascherine e senza distanziamento"

Il sindaco di Asigliano, Carolina Ferraris

Il sindaco di Asigliano, Carolina Ferraris

Arrivano i primi provvedimenti dopo la pubblicazione del Dpcm che consente ai sindaci di "chiudere" in alcuni orari zone ritenute a rischio assembramenti.

Il sindaco di Asigliano, Carolina Ferraris, che, dopo le recenti incursioni dei vandali, aveva già annunciato l'intenzione di vietare l'ingresso al parco comunale negli orari notturni comunica l'intenzione di emanare un'ordinanza in cui, oltre a vietare l'ingresso del Parco Comunale dalle 21 alle 5, vieterà di sostare nei pressi della chiesa parrocchiale, comprese le vie limitrofe e via Dante Alighieri; e vieterà di sostare nella piazzetta corrispondente al milite ignoto (comprese le panchine) dalle 21 alle 5. Divieti che, in Italia, sono in via di adozione in vari centri e soprattutto nelle grandi città - ad esempio Firenze.

"Questa decisione si rende necessaria a causa della formazione continua di assembramenti - precisa il sindaco in una nota diffusa sui social -. Abbiamo in queste ore visionato le nostre telecamere e alcune fotografie e oltre ad aver identificato alcuni vandali, risulta evidente dalle immagini la formazione di assembramenti anche di 20 ragazzi senza mascherina e senza distanziamento sociale. Penso che sia necessario ridurre al minimo ogni rischio di contagio tra i nostri giovani che avranno tutto il tempo per abbracciarsi e stare insieme appena questa brutta storia sarà finita".

Una misura, annunciata attraverso i social, che sta ricevendo l'approvazione di vari concittadini ma che, ovviamente, dovrà poi fare i conti con il problema dei controlli.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore