/ Attualità

Attualità | 21 ottobre 2020, 12:19

Asl: Zulian e Burla confermati negli incarichi ai vertici sanitari e amministrativi

La decisione del direttore generale, Angelo Penna: "Professionisti stimati, adatti per fronteggiare questo momento complesso"

Asl: Zulian e Burla confermati negli incarichi ai vertici sanitari e amministrativi

Gianfranco Zulian e Anna Burla sono stati confermati nel ruolo di direttore sanitario e direttore amministrativo dell’Asl di Vercelli.

Lo ha deliberato il direttore generale Angelo Penna nella giornata di mercoledì: l'incarico segue la durata prevista per il direttore stesso e cioè fino al 31 maggio 2021. "Una scelta attuata in considerazione dell’alta professionalità e competenza dei due direttori e per assicurare, in un momento delicato della vita dell’azienda, la massima garanzia di continuità", si legge in una nota dell'Asl.  

Gianfranco Zulian è docente di Medicina Legale nel dipartimento di Medicina Traslazionale dell’Università del Piemonte Orientale di Novara ed è direttore della struttura complessa di Medicina Legale dell’Asl di Novara e dell’Aou Maggiore della Carità di Novara. Durante i mesi più caldi della pandemia è stato in prima linea come commissario per l’Emergenza Coronavirus all’Asl di Novara. Dal 2012 al 2015 è stato anche direttore generale dell’Asl di Biella.

Anna Burla è stata direttore amministrativo dell’ospedale Maggiore della Carità di Novara da luglio 2017 a maggio 2018 quando è stata poi nominata direttore amministrativo dell’Asl di Vercelli. Una realtà, quella vercellese, che conosce bene perché è qui che dal 1989 ha sviluppato il suo percorso professionale come  dirigente amministrativo del settore provveditorato economato. Ha una laurea in Giurisprudenza e ha conseguito un master di secondo livello in economia sanitaria.  

“Il dottor Zulian e la dottoressa Burla sono professionisti seri e competenti  - ha sottolineato Penna - che conoscono l’azienda e ogni giorno sono impegnati in prima linea per seguire le molteplici attività che ruotano attorno all’ASL. Sono certo che potremo lavorare bene e fronteggiare le complessità legate a questo periodo caratterizzato, purtroppo, da una nuova ripresa epidemica”.  

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore