/ Attualità

Attualità | 20 ottobre 2020, 09:28

La mappa dei contagi in Provincia: 5 i ricoveri in terapia intensiva

In una settimana il numero di positivi sale a 247 unità. In alta Valsesia resta covid free la gran parte dei paesi; 18 i ricoveri a Borgosesia; 116 i casi segnalati a Vercelli dalla piattaforma regionale

La mappa dei contagi in Provincia: 5 i ricoveri in terapia intensiva

Anche nel vercellese il numero delle persone attualmente positive al Covid sale: secondo i dati della Provincia sono 247 contro i 167 del 14 ottobre, aderendo alla tendenza crescente registrata a livello nazionale.

In terapia intensiva sono ricoverati 5 pazienti; 18 nel reparto Covid di Borgosesia. Sono comunque numerosi i centro Covid free: quasi tutta l'alta Valsesia, da Varallo ad Alagna, non registra casi di positività; ma anche nella Bassa la situazione è buona con diversi centri a zero contagi (Arborio, Albano, Greggio, Casanova Elvo, Villarboit... tanto per fare qualche esempio). E, nelle vicinanze di Vercelli, anche San Germano, Salasco, Tricerro, Ronsecco risultano essere covid free.

Tre i casi di positività a Borgosesia - rilevati nella giornata di lunedì - e due a Quarona, dove una famiglia di ritorno dal Sud è in attesa di tampone perché manifesta lievi sintomi. "In generale - rilevano Paolo Tiramani e Francesco Pietrasanta, sindaci dei due centri valsesiani - si tratta di persona più giovani rispetto ai casi registrati a marzo". Pietrasanta assicura che i concittadini positivi sono in buone condizioni, Tiramani li contatterà in giornata.

A Santhià il numero dei positivi passa a 14; a Trino sono 23 sono i casi registrati a Trino; mentre Caresanablot e Caresana contano i casi che si sono sviluppati in due comunità chiuse: la Casa di riposo nel primo centro, e il Cas Cascina Scarampa nel secondo. Il numero più elevato di casi, com'è ovvio, si registra a Vercelli: 116 quelli rilevati sulla piattaforma regionale.

"Tenete sempre presenti le regole base per limitare il contagio - è l'invito del presidente della Provincia, Eraldo Botta -: usare la mascherina seguendo le prescrizioni; mantenere il distanziamento sociale; igienizzarsi le mani quando si è fuori casa".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore