/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 17 ottobre 2020, 11:11

Torna "Extra" e riaccende le vetrine di via Galileo Ferraris

Dalle 17 di sabato le vetrine dei negozi sfitti ospitano complementi d'arredo, spazi d'arte e di design

La conferenza stampa di presentazione di Extra 2020

La conferenza stampa di presentazione di Extra 2020

Via Galileo Ferraris torna a illuminarsi grazie al progetto di rigenerazione urbana che, da oggi, sabato 17 ottobre, andrà a riaccendere le vetrine di 17 negozi sfitti: insieme ad altri due invece utilizzati, ospiteranno le esposizioni di "Extra – Geometrie in bilico tra arte e design" la fortunata rassegna di design promossa da Federmobili Vercelli, Ascom, Comune, Fondazione Cassa di Risparmio e Asm Iren.

Nelle vetrine comprese tra i civici 21 e 73, verranno esposti oggetti d’arredamento e di design portati dalle aziende del territorio e alcune opere d’arte realizzate da Laura Zeni, Gabriele Polidori, Caterina Tosoni, Luciano Angeleri.

"Vedere via Galileo Ferraris con tante vetrine spente è doloroso - dice il sindaco Andrea Corsaro presentando la manifestazione -: il nostro impegno amministrativo va anche verso una pianificazione della città che la renda più attrattiva e che possa contribuire a superare anche la crisi del commercio".

Parzialmente rinnovato il team organizzatori: accanto a Germano Prella (Federmobili), e al team di sostenitori istituzionali e privati, arriva l'associazione Amarte con Serena Mormino che illustra le caratteristiche principali dell'edizione, insieme al sindaco, al presidente Ascom Antonio Bisceglia, allo stesso Prella e a Paola Bussi di Ascom.

"L'obiettivo è contribuire a dare nuova vita a una delle vie più belle di Vercelli - spiegano gli organizzatori - e che, paradossalmente, è anche la più penalizzata dalla crisi del commercio. Via Ferraris riaccende le vetrine per offrire un nuovo spazio di passeggio, spunti di arredo, di arte e design che possano rendere più funzionali e personali gli spazi delle nostre casa nei quali stiamo vivendo con maggior intensità".

Porteranno il loro contributo Ad di Lello Ardizzone, Arredamenti Prella, Bieffe Ceramiche, Borgo Divisioni Luce, Giovannini Arredamenti, Mosca Ufficio Stile, Piero Raimondo, Rita Spina Design, Sga Arredamenti, Volvo Autovar, Atena Iren. Sandoli Immobiliare, proprietario degli spazi che ospitano la mostra.

 

Una sezione di "Extra" riguarderà infine il mondo virtuale, con una sorta di caccia al tesoro lanciata su Instagram: sul profilo Instagram dell'evento, grazie agli scatti del fotografo Donatello Lorenzo, è stata lanciata una caccia al tesoro tra pezzi di design e luoghi più o meno noti di Vercelli: collegandosi, oltre ad ammirare gli scatti, si può dunque prendere parte all'insolita sfida che offre l'opportunità di guardare la città con occhi diversi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore