/ Politica

Politica | 23 settembre 2020, 13:10

Che si dimetta il CdA della Casa di riposo

Quanto drammaticamente successo nell’ambito dell’emergenza Covid non è sintomo di una gestione ottimale dell’ente, dichiarano PD e Vercelli per Maura Forte

La Casa di riposo di piazza Mazzini

La Casa di riposo di piazza Mazzini

Riceviamo e pubblichiamo.

 

Il prossimo 28 settembre in consiglio comunale discuteremo la richiesta di dimissioni dei rappresentanti del Comune di Vercelli in seno al Consiglio di Amministrazione della Casa di Riposo, documento che abbiamo presentato insieme ai gruppi consiliari di Movimento 5 Stelle e Siamo Vercelli.

Si tratta di una discussione importante, complessa e delicata, che tratta un tema doloroso che, è doveroso sottolineare, non vogliamo in alcun modo strumentalizzare o utilizzare per attacchi politici. Tantomeno non è nostra intenzione sostituirci alla magistratura nel valutare gli aspetti civili e penali di quanto è avvenuto.

Siamo però consiglieri comunali e chiediamo all’Amministrazione un segnale di discontinuità politica di fronte a quanto tristemente accaduto, basandoci su fatti oggettivi.

È oggettivo che quanto drammaticamente successo alla casa di riposo di Vercelli nell’ambito dell’emergenza Covid non sia sintomo di una gestione ottimale dell’ente. La casa di riposo di Vercelli è retta da un CDA, che ha un ruolo di indirizzo politico, composto da 4 membri su 5 indicati dal Sindaco. Non risulta esserci stato un ruolo centrale da parte del CDA nella gestione dell’emergenza e, anche qualora vi siano state azioni concrete, non hanno purtroppo portato a contenere e minimizzare gli impatti della pandemia all’interno della casa di riposo.

Per questi motivi ci saremmo aspettati le dimissioni spontanee da parte dei componenti del CDA, dopo quanto successo.

Alla luce di questi elementi chiediamo all’Amministrazione di Vercelli un segnale di discontinuità politica verso l’organo che ha ricoperto un ruolo centrale nella gestione di questa tragica vicenda, a prescindere da quelle che possano essere le responsabilità civili o penali, delle quali si occuperà la magistratura.

Stiamo infatti discutendo di responsabilità morale e politica, che tutti noi rappresentanti delle istituzioni abbiamo verso i nostri concittadini.

Ed è evidente, a nostro modo di vedere, che le responsabilità vadano sempre assunte, a maggior ragione di fronte a quanto drammaticamente successo.    


I consiglieri comunali

Alberto Fragapane, Manuela Naso, Maura Forte, Michele Cressano, Carlo Nulli Rosso (Partito Democratico); Alfonso Giorgio (Vercelli per Maura Forte)



Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore