/ Sport

Sport | 14 settembre 2020, 11:00

Galdi: "Un obiettivo? Stare il più possibile con i miei ragazzi"

Questa sera alla palestra Bertinetti c'è il raduno dei Rices - "Ci manca un'ala"

Galdi: "Un obiettivo? Stare il più possibile con i miei ragazzi"

Ci siamo: oggi (lunedì 14 settembre) alle ore 20.45 è stato convocato il raduno per fare ripartire gli allenamenti della società vercellese di basket dei Vercelli Rices. Sono tantissime le novità in casa biancoverde.

Confermato Coach Antonio Galdi sulla panchina dei vercellesi. Il quale si è definito “emozionato ed orgoglioso” di poter tornare sul parquet dopo 6 mesi di distanza dall’ultimo match disputato.

Il Piacco non è ancora a disposizione, ci trasferiamo presso la palestra Bertinetti fino a quando non tornerà disponibile il nostro Palazzetto” prosegue Coach Galdi.

MANCA UN’ALA FORTE

Il mercato in entrata dei Rices non è stato ancora completamente ultimato: “Dopo gli adii di Andrea Cochis, Matteo Pirosa ed Elia Sabatino siamo alla ricerca di un numero 4 di livello, un’ala forte, per poter iniziare a programmare bene il nostro percorso” dice Galdi.

Il tempo, però, non manca: secondo la prima bozza di calendario, l’esordio dei vercellesi è programmato per il mese di novembre “tra la prima o la seconda settimana” continua coach Galdi. Insomma, ci sono ancora due mesi a disposizione per trovare il giocatore di qualità utile alla causa dei vercellesi.

Prima di raccontare qualsiasi cosa, il Coach ha voluto ringraziare Luca Tamarindo: “Il nostro capitano, orami ex, prosegue Galdi, dopo 10 anni di Rices ha deciso di farsi da parte”. Commovente il video tributo apparso ieri sera sulle pagine social della società vercellese che saluta l’ormai il capitano di mille battaglie.

Tamarindo non lascia definitivamente il basket: proseguirà la sua esperienza presso la squadra dei Mooskinins Vercelli dove ritroverà Coach Edoardo Pessano, ex assistente di Coach Galdi.

Dicevamo, manca un’ala, un numero 4, che molto probabilmente sposerà il progetto vercellese già in settimana.

 

L’ELOGIO DEL SETTORE GIOVANILE

Quest’anno, più del solito, abbiamo la voglia di valorizzare il nostro settore giovanile ed aggregare molti giovani in prima squadra. Sono bravi ed è giusto che vengano a darci una mano”.

Il settore giovanile è un elemento chiave del progetto cestistico vercellese, tanto è vero che Coach Galdi ha speso parole di elogio verso i giovani “avremo nuovi elementi che vanno dal 2002 al 2004, ciclicamente verranno ad allenarsi con noi e faranno poi parte della squadra durante il campionato, è giusto che vengano valorizzati”.

Coach Galdi è una figura paterna che crede tanto nei suoi ragazzi, ha un’infinita voglia di tornare ad allenare e dare continuità al progetto iniziato l’anno scorso. Secondo il Coach “è giusto proseguire l’ottimo lavoro iniziato l’anno scorso. Il grosso del gruppo sarà composto da chi ci ha dato una, grossa, mano l’anno scorso”.

 

 

CAMPIONATO ED OBIETTIVI

Cambia l’organizzazione del calendario: non ci sarà più un girone unico. Galdi conferma che “ci saranno due gironi da otto squadre. Noi Rices saremo accorpati nel girone B dove troveremo anche Chivasso, Usac Rivarolo, Arona Bk, Sea Settimo, Bea Chieri, Reba Basket e San Mauro. Sono squadre toste ma noi ci faremo trovare pronti”.

Ancora troppo presto però, secondo il coach, per porsi già degli obiettivi stagionali: “per prima cosa bisogna tornare ad avere il contatto con la palla dopo tutto questo tempo di stop. Gli obiettivi li decideremo dopo aver fatto gli allenamenti, le sessioni di recupero - coordinate con il preparatore atletico Balocco - e dopo esserci parlati (finalmente) a quattrocchi tra tutti”.

L’unico obiettivo vero che riesco a dire ora è più una speranza che altro: vorrei terminare la stagione – Covid e salute permettendo – e stare il più possibile con i miei ragazzi” conclude Galdi.

 

 

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore