/ Cronaca

Cronaca | 11 settembre 2020, 14:42

Cigliano: avviso di garanzia al sindaco Marchetti e 3 arresti in paese

Operazione nei confronti della famiglia Pasquino: avrebbero organizzato un'azione ritorsiva contro un vicino di casa che li aveva denunciati

Cigliano: avviso di garanzia al sindaco Marchetti e 3 arresti in paese

Tre arresti e un (prevedibile) terremoto politico in arrivo. Nel corso della notte tra giovedì e venerdì, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Vercelli, insieme ai colleghi delle Stazioni di Cigliano e Livorno Ferraris, hanno eseguito tre arresti, dando seguito alle misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Vercelli, nei confronti di tre appartenenti alla famiglia Pasquino, dimorante a Cigliano.  

La vicenda che li vede protagonisti risale alla fine del mese di maggio, allorquando la persona offesa si era rivolta ai carabinieri della stazione di Cigliano lamentando di essere stata vittima di una rapina e indicando quali responsabili i vicini di casa della famiglia Pasquino. Nell’occasione i tre gli avevano danneggiato l'auto lanciando dei grossi sassi, e in più gli avevano anche procurato delle ferite e rubato il portafogli.

Gli uomini del Nucleo Investigativo di Vercelli hanno collaborato nelle indagini, svolte sotto la direzione della Procura della Repubblica, accertando che si trattava di un’azione ritorsiva nata a seguito di una condanna per abuso edilizio subìta dai Pasquino e scaturita da un esposto presentato anni prima dalla parte offesa. Gli investigatori, dopo mesi di indagini, hanno raccolto gravi elementi di responsabilità a carico dei tre, tant’è che il pubblico ministero titolare dell’indagine ha chiesto l’emissione di misure cautelari in carcere. Misure che sono state eseguite durante la notte appena trascorsa, quando i carabinieri hanno rintracciato i tre nelle loro dimore di Cigliano e al termine delle operazioni di rito, li hanno associati alla Casa Circondariale di Vercelli.

Durante l’attività di indagine, i carabinieri hanno inoltre rilevato un'anomala vicinanza tra la famiglia dei Pasquino e il primo cittadino di Cigliano, il quale avrebbe tentato a più riprese di rallentare l’iter di esproprio di un terreno.

Il sindaco del paese, Diego Marchetti, eletto nel 2019 alla guida di una lista civica di centro destra (il sindaco è un esponente di Fratelli d'Italia), è stato raggiunto nella giornata odierna da un avviso di garanzia con le ipotesi accusatorie di abuso d'ufficio e turbativa d'asta emesso dalla Procura della Repubblica, contestualmente al quale sono state eseguite operazioni di perquisizione in Municipio.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore