/ Cronaca

Cronaca | 26 agosto 2020, 19:04

Vercelli piange Tonino e Bob, amici da sempre con la passione per il volo

Greppi era stato un pioniere delle tv private; Savio da pochi mesi era diventato nonno: entrambi erano colonne portanti dell'Aeroclub di Vercelli

Roberto Savio e Tonino Greppi

Roberto Savio e Tonino Greppi

Erano amici di lunga data, appassionati di volo, e molto conosciuti a Vercelli.

E, in queste ore, sono moltissime le persone che stanno manifestando il proprio cordoglio per la drammatica morte di Antonio (Tonino) Greppi e Roberto Savio, appassionati piloti che hanno perso la vita in un incidente avvenuto nella mattina di mercoledì in Calabria.

leggi anche: PRECIPITA UN AEREO DA TUSIMO: MORTI CARBONIZZATI DUE VERCELLESI

"Con immenso dolore - è la nota ufficiale dell'Aeroclub "Marilla Rigazio" - apprendiamo che due nostri storici soci, Bob e Tonino, sono venuti a mancare in un incidente di volo nei pressi dell'aviosuperfice di Sibari. Ci stringiamo nel cordoglio e siamo vicini alle famiglie e agli amici".

Legatissimi all'Aeroclub - Savio era anche un consigliere del direttivo, collaborava con la segreteria e nei fine settimana con i collegamenti radio - erano punti di riferimento per l'associazione e negli anni avevano contribuito alla gestione del sodalizio.

Greppi, 68 anni, aveva condiviso per tanti anni la passione per il volo con il fratello, l'avvocato Riccardo morto da tempo. Ma nella sua vita professionale, oltre a gestire le cascine di famiglia a Bianzè e in Baraggia, era stato un pioniere delle tv private a Vercelli. Negli anni '70 aveva fondato l’emittente radiofonica Radio Torre 2, diventata poi RadioVercelli e, successivamente, VideoVercelli, poi diventata VideoNord e Quarta Rete. Aveva ricordato quegli anni, con ironia e moltissimi aneddoti, nel corso del festeggiamenti che, nel 2019, erano stati organizzati per i 40 anni dalla fondazione di VideoVercelli. Vedovo da qualche tempo, lascia i figli Margherita, Maria e Paolo e un grande vuoto tra i molti amici che ne apprezzavano le qualità.

Roberto "Bob" Savio, 66 anni, ex dipendente della Banca d'Italia, lascia la moglie Rosella Pellanda, per molti anni attiva nel mondo della ginnastica anche a livello federale, e la figlia Roberta, titolare della palestra Go Fit, che da qualche mese lo aveva reso nonno del piccolo Gregorio.

"Cieli blu per l'eternità" è il saluto che tanti amici e appassionati di volo stanno dedicando alla memoria di due vercellesi stimati e che hanno pagato un tributo così alto alla sconfinata passione per il volo.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore