/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2020, 13:09

Contributi Tari alle attività danneggiate dal lockdown

Requisiti e modalità per presentare la domanda

Contributi Tari alle attività danneggiate dal lockdown

Contributo una tantum sulla Tari a favore delle utenze non domestiche più colpite dall'emergenza economica derivata dal lockdown. Dal 27 luglio all'11 settembre, i titolari di attività industriali, artigianali, commerciali e professionali colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza COVID-19, possono presentare richiesta per beneficiare di una contribuzione una tantum relativa alla Tassa smaltimento rifiuti 2020. Lo rende noto l'amministrazione comunale, specificando requisiti e modalità per chiedere il contributo che verrà erogato sulla base della delibera assunta nei giorni scorsi dal Consiglio comunale.

Per presentare la richiesta di contribuzione una tantum occorre compilare il modello predisposto dal Servizio Entrate del Comune di Vercelli, indicando il periodo di effettiva chiusura dei locali e precisando se si tratta di attività sottoposte a sospensione e riaperte entro il 4.05.2020 senza aver svolto consegne a domicilio; attività sottoposte a sospensione e riaperte dopo il 18.05.2020 o in data successiva, senza aver svolto consegne a domicilio; attività che non è stata sottoposta a sospensione totale, ma ha comunque registrato un difficoltà economica per uno dei seguenti motivi: deroga ricevuta dalla Prefettura di Vercelli alle chiusure imposte; sospensione volontaria dell’attività perché non rientrante tra quelle a cui è stata imposta la chiusura; aver svolto un servizio di consegne a domicilio durante il periodo di sospensione.

A corredo occorre una dichiarazione di aver ridotto la produzione di rifiuti a seguito della sospensione temporanea dell’attività.

La contribuzione verrà erogata nell’ambito dell’invio dell’avviso di pagamento del primo acconto Tari 2020 con scadenza al 31 ottobre e verrà operato in compensazione con quanto dovuto, l’avviso riporterà l’importo netto da versare.

La contribuzione sarà riconosciuta secondo le seguenti percentuali: il 20% per le attività sottoposte a sospensione e riaperte entro il 4.05.2020 senza aver svolto consegne a domicilio; il 25% per le attività sottoposte a sospensione e riaperte dopo il 18.05.2020 o in data successiva, senza aver svolto consegne a domicilio; il 10% per le attività non sottoposte a sospensione totale, ma ha comunque registrato un difficoltà economica per uno dei motivi indicati in domanda.

Il richiedente dovrà presentare domanda secondo il modello reso disponibile con collegamento sul sito internet dell’Ente www.comune.vercelli.it. L’Amministrazione provvederà a effettuare verifiche a campione.

L'istanza potrà essere presentata in modalità veloce e semplice utilizzando "Filo Diretto con il cittadino" e potrà anche essere presentata utilizzando il modello pubblicato sul sito del Comune e inviata a mezzo e-mail all’indirizzo protocollo@cert.comune.vercelli.it, unitamente a scansione del documento di identità del richiedente o comunque con l’indicazione del tipo di documento di identità, del numero e dell’autorità di rilascio.

Per informazioni o chiarimenti occorre contattare i seguenti numeri telefonici: 0161/596225, 0161/596237 il lunedì e mercoledì dalle 14 alle 16, il giovedì dalle 9 alle 12. E-mail: sportelloentrate@comune.vercelli.it.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore