/ Attualità

Attualità | 21 luglio 2020, 09:39

Revocati i fondi per ristrutturare il carcere: "Qualcuno deve dare delle spiegazioni..."

Flaibani (ex garante dei detenuti) e Manfredi all'attacco: "Convenzione mai firmata dal responsabile del progetto"

Revocati i fondi per ristrutturare il carcere: "Qualcuno deve dare delle spiegazioni..."

Riceviamo e pubblichiamo.

Sul sito istituzionale del Ministero di Giustizia è stata pubblicata una delibera della Cassa delle Ammende (l’ente deputato anche a finanziare interventi nelle carceri attingendo dai proventi delle multe giudiziarie) del 24 giugno scorso, con cui sono stati revocati i finanziamenti a sei istituti penitenziari italiani, fra cui due piemontesi, Vercelli e Verbania. In particolare, il finanziamento assegnato il 29 gennaio 2019 a Vercelli (pari a 132.498 euro) era finalizzato alla “ristrutturazione V Piano Blocco C Ordinario”.

Nella premessa della delibera (firmata del Presidente della Cassa Ammende, l’ex magistrato Gherardo Colombo) è scritto testualmente che “… pur trattandosi di progetti per i quali è stata manifestata l’attualità dell’interesse alla prosecuzione del progetto mediante l’intenzione di sottoscrivere la convenzione per la concessione del finanziamento, tuttavia tale convenzione non si è perfezionata in quanto mai firmata dal responsabile del progetto, nonostante ripetuti solleciti inoltrati agli Istituti Penitenziari da parte della Cassa delle Ammende...”.

leggi QUI la delibera

Da quasi vent’anni Radicali Italiani (in particolare la radicale piemontese Iolanda Casigliani) cerca di portare all’attenzione dell’opinione pubblica l’esistenza e le funzioni della della Cassa delle Ammende (il cui bilancio di previsione per il 2020 riporta una dotazione di oltre 108 milioni di euro), con l’obiettivo di utilizzare al meglio le sue ingenti risorse in un settore, quello delle carceri, che costituisce da sempre l’ultima ruota del carro, l’ultima posta di bilancio da finanziare da parte di tutti i governi che si sono succeduti a Palazzo Chigi.

E’, quindi, ancor più sorprendente e francamente intollerabile vedere revocati finanziamenti così preziosi, soprattutto nel contesto attuale. Chiediamo al Provveditorato Regionale e alla Direzione dell’istituto di Vercelli di spiegare pubblicamente le cause che hanno determinato la perdita del finanziamento.

 

Roswitha Flaibani (+Europa Verceli) e Giulio Manfredi (Associazione Aglietta)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore