/ Gattinara-Valsesia

Gattinara-Valsesia | 15 luglio 2020, 09:31

Valsesia Plastic Free debutta con la pulizia del fiume Sesia - foto

Scopello, molti giovanissimi volontari in azione lungo le rive

Valsesia Plastic Free debutta con la pulizia del fiume Sesia - foto

Ottima partecipazione di volontari, domenica 12 luglio a Scopello, per la giornata di pulizia del fiume Sesia, organizzata dall’Unione Montana in collaborazione con la Società Valsesiana Pescatori Sportivi.

 

«Sono molto soddisfatto dell’esito di questo primo evento pubblico legato a Valsesia Plastic Free – dice l’assessore al Paesaggio dell’Unione Montana, Alberto Daffara – che ha dimostrato come il territorio sia sensibile a queste tematiche: c’erano molti bambini, che sono stati seguiti direttamente dal professor Enrico Parolini dell’Università di Milano, e anche i Comuni del territorio erano ampiamente rappresentati, con assessori e consiglieri, come Francesco Nunziata di Borgosesia e Luca Poletti di Quarona. Grazie al rappresentante di Unpli Stefano Raso ed a Loris Terrafino dell’Istituto D’Adda.  Ringrazio di cuore per la preziosa collaborazione Savino Re, presidente della Società Valsesiana Pescatori Sportivi e tutti coloro che hanno collaborato e che sono attivi anche nelle loro realtà sul fronte della tutela ambientale».

 

Nel corso della giornata è stato raccolto diverso materiale abbandonato sulle sponde del Sesia: plastica e rifiuti, che purtroppo ancora troppe persone lasciano nell’ambiente naturale, con atteggiamento incivile ed irresponsabile. La Valsesia, insieme ad altri territori, ha avviato su questo fronte un’azione congiunta che proseguirà nei prossimi mesi, con il coinvolgimento delle Amministrazioni locali e delle Scuole, dove sarà avviato un programma di formazione e sensibilizzazione rivolto ai ragazzini dai 10 ai 14 anni.

 

«Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato – conclude Alberto Daffara – presto si terranno eventi analoghi anche a Quarona e Borgosesia, e auspico che anche altri Comuni si attivino per preservare l’ambiente naturale del nostro territorio, una vera e propria meraviglia di cui abbiamo il dovere di prenderci cura, con scelte di sviluppo sostenibile e di tutela ambientale».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore