/ Politica

Politica | 09 luglio 2020, 08:05

Manifesti funebri davanti alle sedi Inps: la protesta di CasaPound

Iniziativa di protesta anche a Vercelli

Manifesti funebri davanti alle sedi Inps: la protesta di CasaPound

Anche davanti alla sede Inps di Vercelli sono stati affissi i "manifesti funebri" con i quali i militanti di CasaPound Italia hanno voluto "denunciare la morte dell’economia italiana e di migliaia di piccoli e piccolissimi imprenditori, messi in ginocchio dalle politiche governative e giustiziati” dai disservizi, dai ritardi e dall’incapacità di gestire i pochi aiuti statali da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale", come si legge in una nota stampa.

Nel mirino degli attivisti c'è l'Inps, accusata di essersi fatta trovare impreparata a fronteggiare l’emergenza e di aver anche aggravato una situazione già critica, "da un lato con i disservizi telematici, dall’altro con la lentezza nella lavorazione delle pratiche che non ha ancora consentito a centinaia di migliaia di cittadini di riscuotere la cassa integrazione e i vari bonus di sostegno al reddito”, prosegue la nota.

“Non ci sono stati soltanto ritardi ingiustificabili nell’erogazione dei soldi - prosegue Cpi - ma addirittura le imprese che hanno anticipato la cassa integrazione sono ancora in attesa della necessaria autorizzazione per compensare quanto già pagato con i contributi da versare. Insomma, l’INPS, non contenta di essere in ritardo nei pagamenti, ha addirittura messo i bastoni tra le ruote anche a coloro che, per venire incontro ai propri dipendenti, hanno messo di tasca propria quanto avrebbe dovuto corrispondere lo Stato”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore