/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 08 luglio 2020, 20:05

Riva Vercellotti: Il capoluogo non può dare il cattivo esempio

Dibattito in consiglio comunale sull'utilizzo dei fitofarmaci convenzionali contro le erbacce

Riva Vercellotti: Il capoluogo non può dare il cattivo esempio

Uso di pesticidi per combattere le infestanti. All’assessore Pozzolo (che in un’intervista aveva dichiarato che era stato un errore abbandonare l’uso del glifosato) hanno risposto in tanti, oggi in Consiglio comunale.

Era prevedibile, dal momento che nel 2016 tutto il consiglio comunale aveva detto no, votando all’unanimità un ordine del giorno (al quale si sommavano migliaia di firme dei cittadini).

Ma l’ambiente, si sa, non dovrebbe avere colore politico alcuno. E l’intervento del capogruppo di Forza Italia, Carlo Riva Vercellotti, ha sorpreso un po’ tutti.

« Proprio ora che la risicoltutra sta operando una rivoluzione copernicana, dimostrandosi sempre più attenta alle tematiche ambientali,  il capoluogo deve dare l’esempio» ha detto. E ha suggerito tre “suggestioni”.

La prima: «Una corretta pianificazione. Decidere quando fare e dove intervenire su taglio meccanico e diserbo biologico va fatto d’inverno, non d‘estate.»

La seconda: «Cercare un uso esclusivo di prodotti naturali e biologici. Cosa usare? C’è una lettera di Legambiente, con alcuni consigli: prodotti naturali, come acido perlargonico, vapore acqueo ad alta temperatura I costi saranno superiori, ma pianificando il tutto il risultato si può avere».

La terza. «La “sigillatura” delle intercapedini dei marciapiedi, dove crescono le erbacce: non sarebbe giusto investire, chiudendole?»

Tanti gli interventi su un tema sentito.

Renata Torazzo (siamovercelli): «Se c’è un’azienda che ha preso in carico il verde questa azienda va controllata. Ricordo a tutti il principio di precazione. I pesticidi provocano cancro, endometriosi, diabete, disfunzioni disparate. I più sensibili sono i bambini. Quindi vi dico: pensateci.»

Catricalà (5Stelle) ha più volte ricordato che nel 2016 alcuni consiglieri di maggioranza votarono per l’abolizione dell’uso dei pesticidi nel suolo cittadino.

Nel corso della seduta, un piccolo giallo. Lo streaming è stato interrotto quando ha parlato l’agronomo che il presidente Locarni aveva definito erroneamente del Comune.

«E’ del Comune o della ditta?» avevano chiesto Campominosi e Catricalà.

Risposta: «Della ditta».

Di qui la decisione del presidente di sospendere lo streaming. (con Campominosi che ha chiesto: Qual è l’articolo dello statuto che vieta lo streaming?)

Dopo l’intervento di Riva Vercellotti, il capogruppo della Lega, Stecco, ha chiesto una sospensione per proporre un emendamento.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore