/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2020, 15:46

PalaPiacco: entro l'inverno un palazzetto rimesso a nuovo

Al via i lavori: 750mila euro per ristrutturare l'impianto del Concordia

PalaPiacco: entro l'inverno un palazzetto rimesso a nuovo

E' una vera e propria corsa contro il tempo quella avviata da Comune e ditta appaltatrice per effettuare i lavori di ristrutturazione del PalaPiacco di via Donizetti. Il palazzetto, molto utilizzato per basket, volley, ginnastica ma anche per alcune manifestazioni di arti marziali e per altri meeting sportivi, è oggetto di un complesso intervento di riqualificazione che porterà il Comune a spendere circa 800mila euro.

Leggi anche: PALAPIACCO, RIQUALIFICAZIONE DAL 750MILA EURO

Nei giorni scorsi la ditta milanese che si è aggiudicata l'intervento si è messa all'opera, avviando la demolizione di bagni e spogliatoi che verranno totalmente rifatti e adeguati alle nuove norme.

Intanto però, Comune e società sportive hanno concordato alcuni significativi aggiustamenti per rendere il PalaPiacco ancora più funzionale.

“In particolare – spiega l'assessore ai Lavori Pubblici, Massimo Simion – abbiamo concordato con le società sportive di modificare l'area del campo in modo da poter creare, per gli allenamenti, due campi separati che consentano la presenza di più squadre. Inoltre verrà modificato il sistema di riscaldamento, spostandolo da soffitto a pavimento, in modo da ridurre consumi e dispersione”.

Al primo sopralluogo ai lavori hanno preso parte anche l'assessore Mimmo Sabatino e i consiglieri Francesco Iacoi, Romano Lavarino, Donatella Demichelis, Gianni Marino.

“L'obiettivo è finire entro l'inverno – spiega Sabatino – in modo da avere il palazzetto pronto per la ripresa dei campionati. Abbiamo parlato con le società per poter ottimizzare gli interventi e abbiamo anche chiesto un po' di pazienza per darci modo di lavorare nel migliore dei modi”.

Intanto, comunque, il Comune sta studiando un'alternativa per garantire la ripresa dei campionati.

“Abbiamo voluto dare un segnale di ottimismo e ripartenza – aggiunge Simion -, aprendo i cantieri e cercando di mantenere anche tempi rapidi per riconoscere lo stato di avanzamento dei lavori. Insomma il Comune cerca di dare il proprio contributo per far ripartire il mondo economico”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore