/ Politica

Politica | 06 luglio 2020, 20:18

Asl, per i sindaci gli obiettivi non sono stati raggiunti. Corsaro, Tiramani e Botta chiedono le dimissioni della manager

Conferenza dei Sindaci: voto contrario di quasi tutti i primi cittadini (presenti o in delega) eccetto Santhià e Coggiola

Asl, per i sindaci gli obiettivi non sono stati raggiunti. Corsaro, Tiramani e Botta chiedono le dimissioni della manager

Richiesta di dimissioni, rivolta dai sindaci di Vercelli e Borgosesia e dal presidente della Provincia, alla manager Asl, Chiara Serpieri. La nota è arrivata al termine della Conferenza dei Servizi che è svolta lunedì pomeriggio, in modalità remota: i primi cittadini dovevano esprimersi sulla “Relazione assegnazione obiettivi Direttore Generale ASL VC per l’anno 2019 – D.G.R. 19 luglio 2019, n. 4-92”, e il giudizio è stato tranciante: parere contrario di tutti i primi cittadini, eccetto Santhià e Coggiola.

“Il territorio si è espresso chiaramente - dicono, in una nota congiunta, il presidente della Conferenza dei Sindaci, Andrea Corsaro, il presidente della Provincia di Vercelli e sindaco di Varallo, Eraldo Botta, e il deputato e sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani - e quanto successo, non possiamo nascondercelo, rappresenta un segnale fortissimo di sfiducia nell’operato, non certo nella persona, del direttore generale dell’Asl. Di fronte a un’espressione così decisa e quasi unanime e quindi senza la fiducia dei rappresenti del territorio nel quale è chiamata a operare - chiudono i tre sindaci - crediamo che la dottoressa Serpieri dovrebbe prendere atto del venire meno dei presupposti utili a proseguire efficacemente il suo mandato e fare un passo indietro”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore