/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 03 luglio 2020, 17:02

Dopo oltre 6 mesi Roberto Rosso esce dal carcere

Alla vigilia del processo, l'ex assessore regionale va ai domiciliari

Dopo oltre 6 mesi Roberto Rosso esce dal carcere

Alla vigilia del processo che lo vedrà sul bando degli imputati per le accuse di voto di scambio politico mafioso, il tribunale del Riesame ha concessogli arresti domiciliari a Roberto Rosso, l'ex assessore regionale del Piemonte in carcere a Torino dal 20 dicembre con l'accusa di voto di scambio politico mafioso nell'ambito dell'inchiesta Fenice sulle infiltrazioni dell'ndrangheta in Piemonte. Lo conferma uno dei  suoi legali, Giorgio Piazzese del foro di Torino, che lo assiste insieme al professor Franco Coppi di Roma. Il 9 luglio inizierà il processo nell'aula bunker del carcere Le Vallette di Torino, davanti al collegio di giudici del tribunale di Asti composto da Alberto Giannone (presidente), Beatrice Bonisoli e Claudia Beconi. A Rosso, che dopo l'arresto di si era dimesso da tutte le cariche elettive, nei mesi scorsi erano stati più negati i domiciliari.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore