/ Politica

Politica | 19 giugno 2020, 12:25

Contributi per le bollette a 400 famiglie

L'assessore Politi: "Anticipato a giugno il fondo di sostegno ordinario. Intanto siamo pronti per erogare altri 150mila euro"

Contributi per le bollette a 400 famiglie

Sono oltre 400 le famiglie che hanno ricevuto, nel corso della settimana, il bonus utenze a sostegno delle situazione di disagio economico. Lo rende noto l'assessore alle Politiche sociali, Caterina Politi, tracciando un bilancio dell'attività del settore.

"L'impegnativo lavoro portato avanti dagli uffici e dai Servizi sociali - spiega Politi - ha permesso di erogare, oltre alla consueta assistenza economica, anche 134mila euro del bonus utenze ordinario sul bando annuale 2019, che ha coperto, in questa settimana, il pagamento delle utenze a più di 400 famiglie, che ne avevano i requisiti, anticipato a giugno rispetto alla scadenza degli anni scorsi, che era sempre ad agosto o settembre. Inoltre - aggiunge l'assessore - si sta lavorando in questi giorni per predisporre i criteri e le procedure di un avviso straordinario alle famiglie, per altri contributi che ammonteranno a 150mila euro, frutto, per circa 30mila euro di un call regionale alla quale abbiamo partecipato; per 90mila euro di fondi ricevuti per l'emergenza Coronavirus e per la restante quota di fondi propri comunali".

Il sindaco e la giunta, discussi e approvati i criteri proposti, permetteranno in luglio l'erogazione anche di questi fondi, per utenze, affitti o altre spese, anche per le famiglie in emergenza a causa del coronavirus.

"Alcuni criteri saranno quelli con cui ad aprile si era operato con i buoni spesa per l' importo globale di 244mila euro - spiega Politi - e con i contributi di 30mila euro, comunali e privati, deliberati a giugno per le utenze Asm. Oggi in giunta è poi stato approvato il contributo di Asm del canone concessorio, per 264mila euro, di aiuti alle famiglie in difficoltà, che verranno assegnati a bando nell'autunno 2020".

Infine un passaggio dedicato al tema dei centri diurni, oggetto, nelle scorse settimane, di un'interrogazione del Pd: "Stiamo lavorando da un mese alla definizione di tutte le procedure di sicurezza per l'apertura dei centri diurni di Galilei e di Cascina Bargé - spiega Politi - che, in attesa del parere della commissione di vigilanza Asl, saranno pronti per inizio luglio ad ospitare nuovamente i nostri ospiti, così come il centro estivo di Bargè, che verrà anticipato ai primi di luglio ed aumentato in turnazioni, per permettere i distanziamenti e tutte le protezioni per gli operatori e gli ospiti. Il centro estivo di Cascina Bargè sarà quest'anno organizzato in autonomia dalle Politiche sociali del Comune, continuando inoltre le riunioni del tavolo disabilità per tutti i progetti condivisi in rete territoriale".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore