/ Cronaca

Cronaca | 15 giugno 2020, 16:00

Ubriaco, prende a pugni l'auto dei carabinieri e minaccia i miliari con un coltello

Notte in caserma e processo per direttissima per un 33enne già noto alle forze dell'ordine

Ubriaco, prende a pugni l'auto dei carabinieri e minaccia i miliari con un coltello

Era in trattoria a Varallo e, ubriaco perso, stava dando in escandescenza, tanto da spingere un altri avventore a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. 

A ricevere la chiamata sono stati i carabinieri della stazione di Gattinara che, arrivati nel locale, si sono trovati davanti un 33enne, già noto per varie vicissitudini giudiziarie, palesemente alterato dai fumi dell’alcool e che, nonostante la presenza dei carabinieri, ha continuato a inveire contro gli altri  avventori. Accompagnato all’esterno, R.M., anziché calmarsi, ha pensato di estrarre dalla tasca del giubbotto un coltello che poi ha iniziato a brandire con fare minaccioso.

Non contento, l'uomo ha iniziato a colpire l’autovettura di servizio con pugni, danneggiando la carrozzeria. Grazie all’intervento di un altro equipaggio, e del personale della stazione Carabinieri di Varallo, si è riusciti a disarmare e immobilizzare il 33enne, dichiarandolo in arresto per resistenza, minaccia, violenza, danneggiamento e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

R.N. dopo una notte in camera di sicurezza, nella mattinata di lunedì è stato tradotto innanzi all’Autorità Giudiziaria di Vercelli per il processo per direttissima, che si è concluso con la convalida dell’arresto e con l’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia giudiziaria.

reaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore