/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 28 maggio 2020, 11:32

"Buongiorno Vercelli!": consiglieri all'attacco dell'assessore Sabatino

Interrogazione di Maura Forte, Carlo Nulli Rosso (Pd) e Michelangelo Catricalà (M5S)

"Buongiorno Vercelli!": consiglieri all'attacco dell'assessore Sabatino

L'assessore Mimmo Sabatino finisce nel mirino di alcuni consiglieri comunali di minoranza per aver partecipato all'iniziativa "Buongiorno Vercelli!" una campagna di comunicazione gratuita (ideata dal Comune insieme alle associazioni di categoria) volta a sostenere, almeno da un punto di vista morale, la riapertura delle attività dopo il lockdown. Chi vuole aderire alla campagna registra un breve video, dicendo il nome della propria attività e augurando "Buongiorno Vercelli!". Poi lo invia al Comune che lo pubblica sui propri canali social diffondendolo sul web. Sul sito del Comune le regole del gioco sono spiegate (LEGGI QUI) tra l'altro propio dallo stesso Sabatino. Che, il 21 maggio, ha inaugurato la campagna, questa volta in veste di commerciante. E proprio il messaggio, registrato insieme alla moglie “Buongiorno Vercelli! Dalla Pelletteria Sabatino di via Dante Alighieri, 11” è diventato oggetto di un'interrogazione di consiglieri Maura Forte, Carlo Nulli Rosso (Pd) e Michelangelo Catricalà (Movimento 5 Stelle.

“L’attività  privata di un Assessore  non dovrebbe  interferire con l’attività istituzionale dello stesso nel rispetto della L 150 7/2000 – segnalano i firmatari dell'interrogazione – dunque chiediamo di sapere chi gestisce giornalmente la pagina istituzionale Facebook  del Comune; se l’Amministrazione sia informata giornalmente dei post che vengono pubblicati sui canali istituzionali ed in particolare sulla pagina Facebook; a che titolo l’Assessore Sabatino promuove la sua attività privata utilizzando un canale istituzionale; se esistono eventuali deliberazioni di giunta a tal proposito".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore