/ Attualità

Attualità | 28 maggio 2020, 18:00

Crescentino, Borgo d'Ale, Albano: tre Rsa "Covid free"

Sereni Orizzonti: "Ottimi risultati dopo il nuovo giro di tamponi su anziani e personale delle nostre strutture sanitarie vercellesi"

Crescentino, Borgo d'Ale, Albano: tre Rsa "Covid free"

Il Covid viene tenuto ben lontano dalla porta delle tre RSA gestite dal gruppo “Sereni Orizzonti” in provincia di Vercelli. Per quanto riguarda la RSA “Roma” di Crescentino, diretta da Pasquale Gentile, sono risultati tutti negativi i tamponi che la ASL TO4 ha effettuato sui 29 ospiti (uno dei quali si è ‘negativizzato’ rispetto al precedente esame del 27 aprile) e sugli altrettanti 29 operatori della struttura.

Nessun caso di Coronavirus anche nella RSA “La Quercia” di Borgo d’Ale, diretta da Rocco Lorella. Come quelli effettuati lo scorso 24 aprile, sono risultati negativi anche i tamponi che la ASL VC ha nuovamente effettuato sugli 87 ospiti e sui 66 operatori della struttura.

Resta infine Coviv-free anche la RSA “Don Dario Bognetti” di Albano Vercellese, diretta da Giulia Rubinato: gli ultimi tamponi effettuati dalla ASL VC hanno evidenziato la negatività al virus dei 46 ospiti così come dei 33 operatori in servizio. 

«Si tratta di un ottimo risultato, che premia le buone pratiche di prevenzione adottate con rigore e grande professionalità dall’équipe di infermieri e operatori socio-sanitari di queste tre residenze - commenta Vittorio Pezzuto, responsabile delle relazioni esterne di “Sereni Orizzonti” -. La situazione nella provincia di Vercelli non è peraltro un caso isolato: nella grande maggioranza delle nostre 77 strutture italiane non si è finora registrato alcun caso di Covid-19. I nostri dipendenti hanno sempre lavorato e continuano a lavorare dotati dei dispositivi di protezione individuale forniti dall’azienda, sanificano regolarmente gli ambienti interni ed evitano un uso promiscuo di materiale. A tutti loro rivolgiamo un particolare plauso per la dedizione e lo spirito di sacrificio dimostrati in un contesto così difficile e senza precedenti. L’epidemia non è però ancora cessata e certamente nessuno di noi ha intenzione di abbassare la guardia».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore